FIX: Office Click-to-run occupa CPU e RAM

FIX: Office Click-to-run occupa CPU e RAM

FIX: Office Click-to-run occupa CPU e RAM – In alcune circostanze può accadere che il processo (o i processi) relativi il pacchetto Office o Click-to-run occupi molta CPU e memoria di sistema. Vediamo come risolvere

Operazioni di ripristino preliminari

Ripristinare il pacchetto Office può sicuramente aiutare, come anche controllare che la versione installata corrisponda a quella per cui abbiamo la licenza.

Infatti se attiviamo un pacchetto Office che troviamo, magari, preinstallato nel sistema potremmo aver a che fare con qualche incompatibilità, per questo è consigliato di rimuovere la versione preinstallate ed installare manualmente la versione che abbiamo acquistato.

Problemi con la cache?

Se invece il problema persiste potrebbe trattarsi di un problema che ha a che fare con la cache del prodotto. Vediamo come fare.

Premere i pulsanti WIN + R e digitare:

services.msc

ora individuare il servizio Office Click to run ed impostarlo su disabilitato.

riavviare il sistema quindi recarsi nel percorso

C:\Users\Username\AppData\Local\Microsoft\Office\Spw 

ed eliminarne tutto il contenuto. Ora recarsi nel percorso:

C:\Users\Username\AppData\Local\Microsoft\Office\15.0\OfficeFileCache

ed eliminare anche qui tutti i file che troviamo all’interno.

Leggi anche  Aggiornamento 1909 bloccato in presenza di schede Qualcomm

Ora riabilitare il servizio di Office Click to run impostandolo in Automatico e riavviare il sistema.

Alvise C.

Alvise C.

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.