Nuovo virus legato a Telegram: il bot che offre bitcoin

Nuovo virus legato a Telegram: il bot che offre bitcoin

I ricercatori di ESET hanno individuato un nuovo virus legato a Telegram. Ne parlammo già un anno fa. Il virus viene attivato quando si installa il plug-in per la distribuzione gratuita di bitcoin. Colpisce gli smartphone.

Il virus è chiamato Trojan HeroRat, ed è molto pericoloso. Con esso, gli hacker possono gestire da remoto i dispositivi mobili, consentendo ai truffatori del Web di rubare dati personali agli utenti.

È noto che, in sostanza, gli hacker cercano i dati bancari, i portafogli digitali, i contatti della rubrica e leggono i messaggi. Inoltre, con l’aiuto di questo Trojan, è possibile effettuare chiamate, registrare materiale audio e determinare la posizione dello smartphone.

Sono clonate le schermate del dispositivo. È anche possibile cambiarne le impostazioni.

Tutti i comandi vengono trasferiti dal virus usando il protocollo di Telegram. È passato almeno un anno, e il protocollo continua a essere violabile.

Questo pericoloso virus è gestito tramite un bot disponibile nel messenger. Non è, quindi, rilevabile dagli antivirus.

Leggi anche  Il pericolo ransomware in crescita in Italia: registrato un incremento del 12% delle infezioni

Condividi questo articolo:

Giovanni Correddu

Giovanni Correddu

Appassionato del mondo Windows dai tempi di Windows 95 fino a Windows 10 Consulente Digitale presso 10 kilo.it e Genius presso TechAssistance.it. Creatore e compositore musicale. Nero Ambassador e Nero VIP In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento