Statistiche in tempo reale grazie a Internet Live Stats

Statistiche in tempo reale grazie a Internet Live Stats

Vi piacciono i numeri e le statistiche? Sapete quanti esseri umani hanno usato almeno una volta nella vita Internet? Quanti siti Web esistono al mondo? Quanti video sono presenti su YouTube? Quante foto si trovano su Instagram? E quanti sono gli utenti di Facebook?

A queste e ad altre domande risponde il sito Internet Live Stats – Internet Usage & Social Media Statistics.

Come mostrato da questa breve clip, il sito aggiorna in tempo reale — ogni secondo — diversi dati statistici. Utilizza una serie di algoritmi per recuperare informazioni da diverse fonti autorevoli e ricalcola in continuazione le stime.

image

Comunque, intervenendo su una specifica voce, sarà possibile conoscere un maggior numero di informazioni.

Sources

Cliccando su questa voce conosceremo le fonti che permettono di aggiornare in tempo reale ciascuna voce. Le stime della popolazione di Internet sono fornite dall’algoritmo RTS di Worldometers, che elabora i dati elaborati attraverso l’analisi statistica dopo che sono stati raccolti da almeno sei fonti.

Leggi anche  Aggiornamenti e chiarimenti sul Bonus da 500 Euro

More info

image 1

Questa sezione contiene i link ad altre statistiche legate a quella che si sta consultando. Per esempio, possiamo conoscere il numero di utenti di Internet suddivisi per anno, per regione e per paese.

Scorrendo la pagina, si scoprono maggiori informazioni sui dati statistici. Per esempio, si legge che la popolazione di Internet è leggermente superiore ai 5 miliardi. Considerando che la popolazione mondiale è di circa 7,8 miliardi di persone, potremmo pensare che più del 50% abbia accesso a Internet. In verità, solo il 40% circa della popolazione mondiale ha una connessione Internet (3,12 miliardi). Come si spiega questa apparente incongruenza?

Come abbiamo scritto nella nostra seconda domanda dell’introduzione, qui si parla di chi ha avuto almeno un accesso a Internet nella propria vita. Pensiamo a tutte quelle persone che non sono “connesse” per decisione personale ma che utilizzano Internet per alcune commissioni obbligatorie. Molte persone non usano Internet con i propri dispositivi ma chiedono a parenti e amici di pagare per loro le bollette, di fare acquisti o di consultare qualche documento online.

Leggi anche  È finalmente stata pubblicata la pagina di Infratel dedicata al bonus da 500 Euro

Inoltre, il dato di cinque miliardi potrebbe derivare da un altro fattore. Molte persone hanno più account e più dispositivi che si connettono. Per esempio, alcuni utenti di Facebook e di altri social network hanno creato più account personali.

Ecco un altro dato che si scopre da questa pagina. Nel 1995 solo l’1% della popolazione mondiale — che all’epoca contava circa 5,71 miliardi — usava Internet, ovvero circa 57 milioni (quasi quanto gli abitanti dell’Italia).

Fra il 1999 e il 2013 il numero degli utilizzatori di Internet si è decuplicato.

Il primo miliardo è stato raggiunto nel 2005; il secondo miliardo nel 2010 e il terzo miliardo nel 2014.

Quasi la metà degli utenti di Internet è asiatica (48,4%). Poco più del 10% si trova in Africa (9,8%) e in Oceania (1%). Americani (19%) ed europei (21,8%) si equivalgono.

Watch all

image 3

Questa pagina rappresenta ogni persona che completa una data statistica. Nell’immagine vediamo quanti siti sono stati hackerati nelle ultime 24 ore.

Leggi anche  Anche i citofoni hanno il loro virus

Ciascuna statistica permette di modificare le stime da quotidiano (today) ad annuale (this year). Così si scopre che, nell’ultimo anno, sono stati hackerati quasi 66 milioni di siti.

image 4

Vi lasciamo visitare il sito Internet live stats per scoprire altri dati. Potranno essere utili nelle vostre ricerche. Inoltre, è possibile richiedere licenze d’uso delle statistiche nei siti delle proprie aziende.

Giovanni Correddu

Giovanni Correddu

Giovanni Correddu è un artista a 360°. Iniziò a scrivere musica da bambino, e non ha mai smesso. Lavora con i computer ancora da prima. Il suo primo contatto è avvenuto all’età di 3 anni, passando per il Commodore 64 e il mondo MS-Dos/Windows. Oggi è un copywriter e uno YouTube grazie ai canali dedicati alla musica, all’Hi-Tech e ai videogiochi. È presente anche in alcuni store con le sue App.