Il mondo dello streaming e della TV si aggiornano

Il mondo dello streaming e della TV si aggiornano

Ottobre 2021: questo mese appena terminato sarà ricordato per la rivoluzione televisiva. Per tutta l’estate, infatti, i canali della RAI avevano profetizzato che ci sarebbe stata. Ma com’è andata davvero?

RAI e Mediaset hanno aggiornato le frequenze dei loro canali, modificato il software di compressione video e fatto un leggero downgrade della qualità visiva. Nei prossimi mesi, anche i canali secondari e locali aggiorneranno le frequenze, liberando quelle che, dal 2023, saranno utilizzate solo dalle compagnie telefoniche.

Il prossimo importante aggiornamento sembra che, quindi, sarà il 1° gennaio 2023, o giù di lì, quando i canali televisivi SD e MPEG-2 saranno ufficialmente aboliti. Fino a quella data, quindi, non ci sarà bisogno di sostituire i dispositivi televisivi attuali.

Detto questo, vediamo quali altre novità sono arrivate.

Serially

All’inizio di ottobre è stato presentato il sito Serially. Si tratta di un nuovo servizio streaming, che permette di guardare solo serie TV, in prevalenza produzioni spagnole. Il servizio è totalmente gratuito, perché sostenuto dalle pubblicità. È obbligatoria la creazione di un account per guardare i contenuti.

Leggi anche  Come distribuire musica negli store digitali?

Come guardare? Per ora, il miglior modo per accedere ai contenuti di Serially è tramite il sito ufficiale, magari collegando il PC a una TV di grandi dimensioni. In alternativa, si possono usare le App per iOS, AppleTV, Android e Android TV. Queste App sono arrivate la settimana scorsa.

Durante il 2022 saranno rilasciate le App per le Smart TV Samsung e LG e per Amazon Fire TV. Considerando che, forse, le TV più vendute, o più ricercate, sono quelle di questi due produttori, è chiaro che una grossa fetta di utenti è stata lasciata (temporaneamente) fuori.

In futuro — ma non si sa quando — arriveranno anche le App per le Gaming Console.

I contenuti di Serially sono ancora pochi. Si spera che in futuro aumenteranno.

LG e Amazon Prime Video

La settimana scorsa LG ha aggiornato il firmware delle Smart TV degli ultimi anni (almeno dal 2018 a oggi). Non sappiamo di preciso quali siano tutte le novità per WebOS, il sistema operativo di LG, ma sappiamo che ai modelli UHD 4K e 8K del 2020 e del 2021 si è aggiunta la funzione Filmaker Mode per l’App Amazon Prime Video.

Questa funzione permetterà alla TV di guardare e ascoltare i video con la minor perdita di qualità. Filmaker Mode è una funzione che permette di guardare i video e ascoltare le colonne sonore con una qualità simile a quella stabilita dal regista.

Leggi anche  Le offerte della settimana black friday da non perdere

Pluto TV

Sempre la settimana scorsa è stata ufficializzato in Italia un altro servizio streaming: Pluto TV.

Pluto TV esisteva già da qualche anno, ma i suoi contenuti non erano disponibili in italiano.

image 5

Questa piattaforma è gratuita e non richiede la creazione di nessun account. Si può consultare tramite App per Smart TV, dispositivi mobili, ecc. I contenuti sono davvero tanti.

A differenza degli altri servizi a cui possiamo accedere in Italia, Pluto TV è suddiviso in diversi canali che trasmettono 24 ore su 24. Basterà selezionare il genere (colonna di sinistra) o il canale per guardare tutto quello che ci piace. Alcuni canali sono dedicati a singole serie (iCarly, Leverage, Mutant X, Andromeda, ecc.).

Durante la visione di un qualsiasi programma è possibile richiederne la visione dall’inizio. In alternativa, si può selezionare OnDemand e cercare il titolo che interessa.

Durante la visione, di tanto in tanto i video si bloccano per lanciare alcune pubblicità. A differenza dei canali televisivi trasmessi tramite l’antenna, però, le pause pubblicitarie sono brevi (uno o due minuti). In alcuni casi, durano pochi secondi: giusto il tempo di ricordarti che stai usando Pluto TV.

Giovanni Correddu

Giovanni Correddu

Giovanni Correddu è un artista a 360°. Iniziò a scrivere musica da bambino, e non ha mai smesso. Lavora con i computer ancora da prima. Il suo primo contatto è avvenuto all’età di 3 anni, passando per il Commodore 64 e il mondo MS-Dos/Windows. Oggi è un copywriter e uno YouTube grazie ai canali dedicati alla musica, all’Hi-Tech e ai videogiochi. È presente anche in alcuni store con le sue App.