Protezione anti-manomissione di Windows Defender: cos’è e come attivarla

Tempo di lettura: 2 minuti

Protezione anti-manomissione: una nuova protezione introdotta con l’aggiornamento di Maggio 2019 in Windows 10. Vediamo a cosa serve e come attivarla.

A cosa serve

Questo tipo di protezione è già presente in altri software antivirus, solitamente con diciture tipo “Protection Guard” o simili.

Lo scopo è quello di impedire manomissioni da parte di agenti malevoli esterni che possano disabilitare, ad esempio, la protezione in tempo reale o la protezione fornita dal cloud.

Microsoft riporta chiaramente:

Protezione antimanomissione di Sicurezza di Windows consente di impedire alle app dannose di cambiare impostazioni importanti di Windows Defender Antivirus, tra cui la protezione in tempo reale e la protezione fornita dal cloud. Se Protezione antimanomissione è attivata e sei un amministratore del computer, puoi modificare queste impostazioni nell’app Sicurezza di Windows. Tuttavia, altre app non possono cambiare queste impostazioni.

La cosa interessante è che questa funzionalità può esser abilitata anche in presenza di software antivirus di terze parti, basterà aggiornare i componenti di Windows Defender (tramite Windows Update) e portarli almeno alla versione 1.287.60.0 o successiva.

Come abilitarla?

L’abilitazione è molto semplice, basta procedere come segue:

  • Aprire Windows Defender Security Center
  • Da Protezione da virus e minacce aprire le Impostazioni
  • Cercare la voce Protezione Anti-Manomissione ed impostarla su Attivato
Protezione antimanomissione attivata
Protezione antimanomissione attivata

Altre risorse inerenti Windows Defender:

Leggi  Surface Pro 6: firmware risolverà il problema della batteria
Elvis
Seguimi
(Visited 357 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!