Kaspersky interrompe la collaborazione con l’EuroPol e #NoMoreRansom

Kaspersky interrompe la collaborazione con l’EuroPol e #NoMoreRansom

Ecco un altra “puntata” (se così possiamo chiamarla) relativa la questione Kaspersky: l’azienda ha annunciato di interrompere la collaborazione con l’EuroPol e la partecipazione attiva al progetto #NoMoreRansom, vediamo perchè.

Il parlamento Europeo indica Kaspersky come software dannoso in una relazione

Avete letto bene: nella giornata di ieri 13 giugno il parlamento ha votato una mozione inerente la strategia generale e le linee guide a livello Europeo per la difesa Cibernetica. 

Fin qui tutto normale. Contestualmente a questa mozione è stato pubblicata una relazione che invita gli stati membri UE a verificare i software installati ed attivi negli uffici governativi, indicando tra i software riconosciuti come “dannosi” proprio quelli di Kaspersky Lab. 

Semplicemente incomprensibile questo comportamento. 

Collaborazione con EuroPol e #NoMoreRansom interrotta

Per questo motivo Kaspersky ha annunciato di interrompere la collaborazione (molto fruttuosa in passato) con l’EuroPol e contestualmente anche la partecipazione al progetto #NoMoreRansom nato proprio da EuroPol, Kaspersky, Intel Security e la polizia olandese. 

Ricordiamo inoltre che Kaspersky è stata una delle prima aziende produttrici di antivirus a firmare accordi con corpi di polizia nazionali  e simili.  

Vedremo quindi come si evolve la situazione e se ci saranno rettifiche da parte delle parti coinvolte. 

Di seguito altri articoli inerenti l’argomento:

Leggi  Operazione Ghost: ESET scopre che il gruppo di hacking “The Dukes” continua ad attaccare gli obiettivi governativi

Fonte: Bleepingcomputer.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!