Tastiere pc: guida all’acquisto

In questa guida tratteremo il caso relativo all’acquisto di un nuovo modello fra le tastiere pc. Come scegliere la tastiera migliore? A prima vista, la tastiera appare come un accessorio piuttosto standardizzato, ma ciò è vero solamente in parte, essendo tanti i dettagli che fanno la differenza. Con una maggiore oculatezza rispetto a questi ultimi, è possibile ottenere il modello che più fa per noi, quello che si lega maggiormente alle nostre esigenze.

Le tastiere pc differiscono, ad una visione più attenta, per tanti fattori: caratteristiche tecniche, design, formato. Un altro aspetto particolarmente importante, specie in relazione all’uso che si intende fare della tastiera, è la risposta da parte dei tasti. In definitiva, la scelta di una tastiera non è un’operazione di poco conto, e può consistere in una decisione sulla quale conviene trascorrere un po’ di tempo. Almeno il tempo di orientarsi fra le qualità di questo dispositivo, per come disponibili sul mercato. Se dunque state cercando un modello di tastiera da aggiungere al vostro pc desk in fase d’assemblaggio, oppure desideriate sostituire la vostra vecchia tastiera, siete nel posto giusto.

Si potrebbe voler optare per una delle tastiere pc più sofisticate, ad esempio perché si passa molto tempo davanti al pc, o per soddisfare esigenze connesse alla comodità durante il lavoro, così come nel corso delle sessioni di gaming. Per contro, gli utenti che si rivolgono ad un uso abbastanza basilare del pc, avranno una necessità di spesa minore, con la scelta di un modello più essenziale.

In parole povere, sapendosi orientare sul mercato delle tastiere pc, chi dispone di esigenze più complesse troverà soddisfazione nella scelta del proprio prodotto, in relazione a queste ultime. Chi non ha molte esigenze, eviterà una spesa superflua. Iniziamo con l’inquadrare una distinzione tra i vari tipi di tastiere pc.

Tastiere pc: le categorie

Fondamentalmente, le tastiere pc si suddividono in 4 categorie: tastiera meccanica, ottica, a membrana, e dome switch. Ad ognuna di queste categorie corrisponde una data configurazione costruttiva. La differenziazione posta in essere è da intendersi in qualità di pietra miliare sulla quale iniziare a basare la propria scelta.

A risaltare, per le tastiere meccaniche, è la loro varietà nei meccanismi dei tasti (meccanismi denominati switch). La tastiera meccanica viene solitamente scelta da chi trascorre molto tempo a scrivere, dato che la sensazione tattile con la quale si entra in contatto è molto utile, ed inoltre sono anche oggetti durevoli nel tempo. Sono anche diversi gli utenti che preferiscono le tastiere pc meccaniche per via del suono di battitura dei tasti. Esso è infatti simile a quello della tradizionale macchina da scrivere. Vi è ad ogni modo un’altra fascia di utenza che, per contro, preferisce disporre di tastiere meccaniche silenziose.

In base alle nostre preferenze, pertanto, informiamoci preventivamente sul modello da acquistare, e scopriamo se si tratta del tipo con ordinario suono di battitura oppure silenzioso. Anche se durano a lungo, bisogna comunque considerare che gli switch meccanici (i meccanismi d’attuazione della battitura del tasto) tendono ad usurarsi nel tempo. Chiaramente, tenendo anche in conto l’utilizzo che se ne faccia abitualmente. Le tastiere meccaniche danno luogo anche al classico “rimbalzo” dei tasti. In pratica, in determinate occasioni non si fa in tempo a rilasciare il tasto che è già comparso il carattere battuto un’altra volta.

Esempio di tastiera gaming meccanica 60% Corsair

Quest’ultimo inconveniente viene brillantemente risolto dall’uso di una tastiera ottica. Le tastiere pc di questa categoria mettono in azione degli switch che tagliano un raggio ad infrarossi. In questo modo, non soltanto si elimina il rimbalzo, ma si affina anche la sensibilità della tastiera, che percepisce molto facilmente la pressione sul tasto. Si genera, in altri termini, un perfetto equilibrio per il tocco singolo sul tasto: che venga premuto un po’ più a lungo, o un po’ troppo repentinamente, la tastiera ottica sarà reattiva in base al comando che si è voluto assegnare. Vi è altresì da considerare il tempo di antirimbalzo, per contro.

Esso consiste in quella frazione di tempo in cui la tastiera attende dopo che un tasto sia stato premuto o rilasciato, prima di trasmettere il relativo input. In definitiva, si potrà di certo riportare uno stesso carattere in sequenza, ma facendo a meno d’ottenere input indesiderati, nel momento in cui l’intenzione sia quella di selezionare il tasto per quella singola volta. C’è da dire inoltre, che le tematiche connesse ai tempi di rimbalzo e antirimbalzo nella battitura dei tasti, non è una prerogativa esclusiva delle tastiere pc ottiche. Sebbene in misura minore, una tale innovazione si trova sul mercato dei modelli di tastiera meccanica maggiormente avanzati. Gli stessi consentono addirittura una regolazione dei tempi descritti di rimbalzo e antirimbalzo.

Le tastiere pc a membrana

Abbiamo poi le tastiere pc a membrana, che corrispondono al modello più silenzioso. Anche la loro convenienza non passa di certo inosservata. In una tastiera a membrana troviamo una composizione a 3 strati, di cui 2 in plastica flessibile, e l’altro strato è una membrana sottile di gomma, posta a separazione degli strati in plastica. Il blocco formato dagli strati si pone al di sopra di una scheda circuitale.

Quali sono i vantaggi di una tastiera a membrana? Sicuramente il loro spessore ridotto e la silenziosità nel momento in cui si digitano i caratteri. Ad affiancarsi a questi aspetti, per come preannunciato, anche la convenienza economica. Qualora si sia indirizzati verso questa scelta, è però bene tenere in conto che si tratta di una categoria piuttosto varia.

Esempio di tastiera a membrana Logitech

Non mancano le tastiere pc a membrana che forniscono una bassa sensazione sul piano tattile, con un certo svantaggio nella scrittura. Anche la durevolezza varia con la qualità del prodotto concretamente acquistato, ed è tendenzialmente più bassa rispetto a quella di una tastiera meccanica. Ci si può ad ogni modo indirizzare verso una determinata tastiera a membrana particolarmente performante, che cerchi di migliorare l’esperienza offerta all’utenza. E ciò sia per via di una migliore sensazione tattile, che di una qualità più tangibile del prodotto, che si riflette sulla sua durata.

Passiamo alle tastiere dome swicht. In esse, ciascun tasto è al di sopra di una cupola di gomma. Il meccanismo funziona così: appena si digita il tasto, si esercita pressione sulla cupola, che a sua volta entra in contatto con due strati conduttori. Il circuito, per tale via, si chiude e l’input viene trasmesso.

Il vantaggio di una tastiera pc dome swicht consiste in una pressione maggiormente morbida al tatto, rispetto a quella delle tastiere meccaniche, senza far venir meno una sensazione tattile degna di nota. In realtà, seppur costituiscano una scelta a parte, c’è da dire che quella delle tastiere pc dome switch costituiscono una sottocategoria di quelle a membrana. Insomma, tutte le tastiere dome switch sono a membrana, ma non tutte quelle a membrana sono anche dome switch.

La sottocategoria differisce, rispetto al resto della categoria intesa in senso lato, fondamentalmente per la tecnologia di rilevamento nella pressione dei tasti. Con una tastiera dome switch, ad ogni modo, si fa fronte già di per sé a determinate problematiche. Per il resto della categoria delle tastiere a membrana, bisognerà valutare la conformazione e le caratteristiche secondarie di ogni singolo modello. Una distinzione poi che concerne le tastiere dome switch (perché anche queste ultime non sono tutte uguali fra di loro).

Le tastiere pc chiclet

Un’altra macro-categoria delle tastiere pc, è infine quella delle tastiere chiclet. Sono quelle tastiere dotate di tasti molto sottili, le stesse che si ritrovano sui notebook, o anche in piccole tastiere vendute come accessorio per i pc, ma anche per altri dispositivi quali tablet e smartphone. In queste tastiere, serve un movimento davvero minimo rispetto a quello delle normali tastiere meccaniche, proprio per via della sottigliezza dei tasti.

Anche qui troviamo tastiere più silenziose e altre che restituiscono una resa acustica per la digitazione. Generalmente sono abbastanza silenziose, ma hanno l’inconveniente di causare un certo stress sui palmi delle dita, nel momento in cui si premano abitualmente i tasti con decisione. Una tastiera pc chiclet potrebbe essere una tastiera a membrana. ma potrebbe essere anche di un’altra tipologia, e parliamo nell’ipotesi di specie delle tastiere con meccanismo scissor switch (a forbice).

Non è detto quindi che il prodotto acquistato rientri nella sottocategoria delle tastiere a membrana. Se vi appartiene, nel momento in cui si preme il tasto si chiude il circuito sulla membrana, e si registra l’input, come già visto in precedenza. Con le tastiere dotate di meccanismo a forbice, invece, si migliorano aspetti quali la sensazione tattile e la stabilità, rispetto alle prime.

Il ghosting nelle tastiere pc

Una volta enucleate queste tipologie, c’è da descrivere il fenomeno del ghosting, che rileverà molto nell’utilizzo delle tastiere pc per gli amanti dei videogiochi, così come per chiunque abbia necessità di premere spesso delle combinazioni di tasti simultaneamente. Il ghosting si verifica per l’appunto quando una tastiera non registra in modo corretto una combinazione di tasti. Può succedere quindi che determinati tasti non vengano riconosciuti in quanto tali, portando all’attivazione di altri comandi, e con conseguenti noie specie per i gamers nel corso della sessione di gioco, traducendosi in altri casi in errori di battitura. In determinate tastiere a membrana, può verificarsi il fenomeno considerato, per il loro utilizzo di una matrice circuitale a rilevamento della pressione sul tasto.

Il formato delle tastiere pc

Altro aspetto che rileva è quello sul formato. Troviamo in commercio tastiere estese e compatte, rispettivamente con e senza il tastierino numerico laterale a destra. Le tastiere possono essere comunque di diverse conformazioni e dimensioni. Tornando al discorso sulla compattezza, le tastiere 60%, 65% e 75%, le ultracompatte, eliminano una buona parte di tasti. Vediamo quali tipologie di utenti le troveranno comode.

Le tastiere pc compatte servono ad eliminare tasti che non si usano frequentemente, proprio per adattarsi con più versatilità alle varie esigenze. Le tastiere pc 60% fanno a meno dei tasti cursore e dei tasti funzione, presentando in totale 61 o 62 tasti. Le tastiere pc 65% invece, presentano i tasti cursore, e anche alcuni dei tasti funzione, con una disponibilità complessiva intorno a 68 tasti. Quanto alle tastiere pc 75%, hanno una serie di 78 tasti, serie che comprende comunque tutti i tasti funzione. I videogiocatori traggono solitamente vantaggio dalla scelta di uno di questi modelli di tastiera, selezionandolo in base ai tasti che usano o meno nel gioco. È sempre importante, a prescindere da queste esigenze, che i tasti siano facilmente rintracciabili, acquistando una tastiera Qwerty con layout italiano.

Quest’ultimo è un fattore importante, cui prestare attenzione specie nel momento in cui si proceda con un acquisto online. Il formato in cui si presenta la tastiera può includere o meno degli optional, a seconda appunto della sofisticatezza del modello. Non p infrequente trovare tastiere con tasti intercambiabili, o con cavo rimovibile, onde facilitarne la portabilità. O ancora, delle porte Usb opzionali, per collegare altri dispositivi, in particolare dispositivi mobili (tablet e smartphone). Delle tastiere presentano l’illuminazione RGB personalizzabile, una vera chicca per chi ama esaltare il design di questo dispositivo. Chiaramente, è anche un’illuminazione aggiuntiva della quale disporre per il quadro dei tasti, se si preferisce lavorare o giocare con la stanza al buio. Tra gli optional, una caratteristica interessante è la resistenza all’acqua.

Tastiere pc economiche

Vediamo quali sono i modelli di tastiere pc economiche, per chi non ha grosse pretese, su cui si possa comunque puntare per affidabilità e buone doti tecniche. La tastiera Link Tastiera Italiana Usb 108 tasti, è la tastiera in formato tradizionale e completo, ottima per la fascia d’utenza appena descritta. Una tastiera Qwerty in italiano, ergonomica, dotata di cavo connettore Usb.

Sebbene appartenga alla categoria più economica sul mercato, la tastiera Link appena descritta è dotata di un’importante optional, quale la resistenza agli schizzi d’acqua. È dotata inoltre di un sistema di sottotasti con doppia molla, per facilitare e rendere più confortevole la digitazione. Appartiene alla categoria tecnica delle tastiere meccaniche, ma questi punti di forza in più fanno sì che il prodotto si distingua rispetto alla massa. Il tutto, a fronte di un prezzo anche al di sotto dei 10 euro.

Un altro modello di tastiera basilare, ma di buona qualità, sul quale orientarsi, potrebbe essere PINKCAT Tastiera wireless, Tastiera Bluetooth &2.4G. Ottima per pc, laptop, ma anche Mac e Macbook Pro ed Air. Dal design abbastanza originale, e di un colore argento, questa tastiera è piuttosto avanzata, sul piano della connettività. È una tastiera ergonomica ultrasottile, per la cui fabbricazione è stato impiegato acciaio inossidabile e plastica ABS. A rendere confortevole la digitazione dei tasti, il design della tastiera, con la sua base a forbice. Anche questa tastiera è a prova di schizzi d’acqua, ed è oltretutto dotata posteriormente di cuscinetti antiurto ed antiscivolo.

La tastiera è predisposta per doppio canale di comunicazione in Bluetooth, ed un altro canale in Usb 2,4 Ghz. Si può così cambiare fluidamente il dispositivo in collegamento, premendo un solo pulsante. Comprensiva anche della funzionalità di risparmio energetico, con il combo che entra in modalità di sospensione automatica dopo 15-20 minuti in cui non siano state eseguite operazioni con la tastiera. Si risparmia in questo modo energia. Inoltre, sempre su questo versante, la tastiera può essere alimentata da due pile AAA, non incluse in confezione. A tal proposito troviamo, anteriormente al dispositivo, altresì un tasto per l’alimentazione, così da ricaricare le pile, che può esser tenuto attivo o disattivo a seconda delle proprie esigenze.

Una vera chicca del modello di cui parliamo, sono i tasti funzione. Vi troviamo tasti per l’attivazione di funzioni multimediali, quali la regolazione del volume, ma anche per effettuare il copia e incolla, per tagliare. La sua compattezza inoltre, consente di trasportare la tastiera con comodità, anche collocandola nella tasca della valigetta per il laptop. In merito ai sistemi operativi, oltre alla compatibilità con Windows e MacOS, anche quella con i sistemi Android, quali smartphone e tablet. Per quanto attiene, nello specifico, i dispositivi Apple, si adatta bene anche come tastierino per iPad e iPhone.

Fra le tastiere pc economiche per i gamers, troviamo il modello MSI Vigor GK20 IT Tastiera Gaming. Anche qui troviamo una tastiera ergonomica, e con retroilluminazione RGB.

Fonte immagine: sito Msi

È comprensiva di poggiapolsi, per il top della comodità nel corso delle sessioni di gioco. Così come è anche idrorepellente, e riporta una dozzina di tasti con funzione anti-ghosting. Consente la modifica di volume e luminosità, senza l’installazione di un software apposito. Il prezzo è di circa 34 euro.

Tastiere pc dall’elevato rapporto qualità/prezzo

Se si è in cerca di un’occasione, così da disporre di un modello performante, con diverse chicche sul piano tecnico, e senza spendere una fortuna, passiamo in rassegna i modelli che seguono. Un ottimo esempio tra le tastiere pc è la Logitech G213 Prodigy Tastiera Gaming Cablata. Oltre ad essere idrorepellente, e disporre della retroilluminazione RGB per i tasti, ci sono i tasti personalizzabili e diversi controlli multimediali dedicati.

In quanto all’illuminazione RGB, abbiamo ben 5 aree separate, con colori presi da una scala da 1,8 milioni di tonalità. Ha una membrana protettiva contro gli schizzi, ma che funge altresì da protezione contro lo sporco e le briciole che tenderebbero ad insidiarsi nella tastiera, rendendosi altrimenti necessaria una pulizia successiva con apposito kit. La risposta tattile dei tasti è veramente ad alti livelli, e pur essendo una tastiera a membrana, ha prestazioni simili a quelle delle tastiere meccaniche. In particolare, riflette determinati aspetti positivi di queste ultime, sempre sul piano tattile. Una caratteristica ritenuta molto vantaggiosa dai videogiocatori abituali.

Vi troviamo altresì la funzionalità Gaming Matrix Anti-Ghosting, grazie alla quale si potrà mantenere sempre il controllo qualora si premano accidentalmente diversi pulsanti di gioco simultaneamente. I controlli dedicati sul fronte multimediale, offrono all’utente l’opportunità di riprodurre, mettere in pausa, silenziare la colonna sonora, così come i video. Il prezzo varia tra 50 e 60 euro, a seconda del rivenditore e dell’offerta del momento.

Se questa è la tastiera consigliata soprattutto per i gamer, qual è la tastiera dall’alto rapporto qualità/prezzo da usare in ufficio, o nello studio di casa? La risposta è Logitech K280e Pro Tastiera. Un prodotto che si presta ad un uso da ufficio anche intensivo, potendo supportare nel tempo fino a 10 mln di pressioni. È una tastiera ottica, con lettere stampate a tampone, e rivestimento sottostante i tasti con raggi UV.

Il design riporta il sostegno per i polsi, di dimensioni standard, e i tasti sono piuttosto sottili, con una digitazione fluida. È un dispositivo con collegamento Usb e plug and play, pertanto non richiede l’installazione di driver per funzionare.

Sempre per una funzionalità da ufficio, presenti vari tasti di scelta rapida. La modalità di digitazione in uso è segnalata da un centro di notifica a LED, con distinzione per maiuscole, blocco scorrimento, blocco numerico. Ha un prezzo di poco sotto i 30 euro.

Tastiere pc di fascia alta

Un esempio per le tastiere pc di fascia alta, è la Corsair USB K95 RGB Platinum Tastiera Meccanica Gaming. Come si desume dal nome, è una tastiera meccanica, ma non paragonabile a quelle della gamma più economica della categoria, e comprendendo infatti varie funzioni avanzate. L’esperienza tattile è d’alto calibro per i videogiochi, in modo tale da assicurare delle scelte rapide nelle sessioni di gaming. Da segnalare la presenza di 6 tasti macro dedicati, volti alla personalizzazione. Con la rimappatura dei tasti, si possono programmare degli speciali comandi di streaming attraverso il software Elgato Stream Deck.

Fonte immagine: sito Corsair

La retroilluminazione RGB è molto dinamica e si differenzia per tonalità di colore, grazie alla tecnologia LightEdge. Tramite la stessa, ogni tasto dispone di un diverso colore e grado d’illuminazione, e superiormente alla barra luminosa ci sono altre 19 zone distinte. La funzione anti-ghosting 100% è anch’essa degna di nota, e in caso di movimenti rapidi nel corso del gioco, ogni digitazione verrà attentamente registrata. Anche la sua durata è a prova di bomba, grazie al telaio in alluminio spazzolato anodizzato di grado aeronautico. Non teme quindi lunghe e frequenti sessioni di gioco. Il prezzo è di circa 200 euro, salva la possibilità di offerte.

Per chi desidera qualcosa di ancora più avanzato tecnologicamente, si segnala la tastiera KiiBoom Phantom 81 V2. Essa appartiene alla gamma delle tastiere pc 75%, con LED orientati a sud che conferiscono al prodotto un’aria futuristica. Dotata di tecnologia hot-swap per staccare gli interruttori nel momento in cui si voglia senza arrestare il sistema. Detiene anche un’ottima autonomia energetica, con una batteria in dotazione da 4.000 mAh.

Fonte immagine: sito Amazon

Il prodotto è molto solido e durevole, con la sua piastra in policarbonato che si armonizza al montaggio a guarnizione, con una lieve flessibilità e ammortizzazione al tatto, aspetto molto apprezzato fra le tastiere pc meccaniche. Inoltre, si tratta di una tastiera con tripla modalità di connessione:  cablata Type-C, Bluetooth 5.0 e 2.4GHz. Il suo prezzo si aggira su quota 240 euro.

Per altri articoli a tema, consultare questa lista:

Articoli Correlati

Scelta del dissipatore CPU

Tablet 2024: guida all’acquisto

La rivoluzione nel settore delle tastiere pc: la Flux Keyboard