Home News Vi racconto il Sassari Cosplay 2022

Vi racconto il Sassari Cosplay 2022

da Giovanni Correddu
Pubblicato: Aggiornato il: 0 commenti

Chi mi segue nel mio canale videoludico Angolo del Game, nei giorni 2, 3, 4 settembre 2022 si sarà accorto di come ho iniziato ogni giornata con un breve video di benvenuto al Sassari Cosplay, che si è tenuto presso il Promocamera di Sassari, in località Predda Niedda. Lasciate che vi riassuma le 3 emozionanti giornate.

In questo articolo troverete video che ho già pubblicato, nonché foto che ho realizzato durante l’evento. Ma nei prossimi giorni arriveranno altri video sia su Angolo del Game che su Symphonic Musical Soul. Infatti, non sono mancati eventi musicali.

Potete consultare l’intero programma della manifestazione qui. Visto che molti eventi si sono accavallati, ho dovuto scegliere dove essere presente e dove no.

Venerdì

trashed 1664696735 IMG20220902094529

Il primo giorno mi sono presentato con una maglietta il cui colore simboleggiava le unità di scienza e medicina del mondo di Star Trek. In tre giorni di manifestazione, non ho visto nessun altro rappresentante del franchise di Gene Roddenberry. La spilla che portavo al petto ricordava i 50 anni di Star Trek e faceva parte del cofanetto di cui parlammo qualche anno fa.

IMG20220902085527

Uno degli stand più amati dal pubblico è stato quello di RETROGAMES SARDEGNA, che presentava uno dei due simulatori di guida dell’evento.

Un problema legato alle vecchie console, che si tratti di un Commodore 64 o di un’Amiga, di un Atari, di un Amstrad o di un’altra console, era il collegamento alle TV moderne. Che tipo di cavo serviva all’epoca? All’inizio si usava l’antenna, poi si passò ai cavi analogici di tipo Video, S-Video e SCART. Ma le TV di oggi hanno eliminato i collegamenti analogici in favore dell’HDMI e, in alcuni casi, del Display Port. Ecco perché i “ragazzi” di RETROGAMES SARDEGNA, che hanno tutti vissuto il boom videoludico degli anni ’70 e ’80 del secolo scorso, hanno deciso di utilizzare TV a tubo catodico molto datate.

IMG20220902093549
Ecco i volanti presentati da Cube Controls – Sim Racing Steering Wheels
IMG20220902095200 2

Un altro stand era dedicato al Subbuteo, presentato dalla squadra sassarese di questa particolare forma di calcio.

https://youtu.be/lV1eukQGQU4
Due membri del Team di Sassari ci danno una dimostrazione. YouTube ha “girato” il filmato

Un problema che si è presto presentato il primo giorno riguardava l’energia elettrica. All’improvviso è saltata la corrente! Sembra che il problema fosse legato a uno degli eventi organizzati dal Comune di Sassari, ovvero l’inaugurazione di un supermercato, il cui impianto elettrico troppo esigente ha fatto saltare la corrente in tutto il territorio dell’immensa area commerciale e industriale di Sassari, Predda Niedda. A tale inaugurazione era presente Albano Carrisi con la sua linea di vini. Ben presto ha iniziato a circolare il seguente meme:

image
Peccato che non sia venuto a fare un giro al Sassari Cosplay

Nessuno, però, si è perso d’animo. C’erano tante postazioni non elettriche.

Video realizzato il secondo giorno, di cui parleremo più avanti

Ecco alcune foto provenienti non dal Giappone o dal Medioevo ma dal Sassari Cosplay. I riferimenti ai ninja o al periodo medioevale, grazie alle spade e ad alcuni eventi, erano davvero tanti. Durante i 3 giorni è stato normale vedere il pubblico andare in giro con qualche spada.

Nell’Area Games c’era anche le postazioni della Nintendo:

Il primo giorno si è chiuso con un concerto offerto da Nova euphonia, corale studentesca città di Sassari. Nel concerto si sono potute ascoltare musiche provenienti dal mondo del cinema eseguite con la voce. Stupendo è stato il medley delle composizioni cinematografiche di John Williams. Alcuni cantanti del coro hanno eseguito degli assoli. Alcuni coristi, inoltre, erano vestiti in costume. Per esempio, una ragazza era vestita da Minnie e ha cantato Now We Are Free, tratto dal film Il Gladiatore. Così il pubblico ha potuto ammirare la “Minnie Gladiatrice”. Nei prossimi giorni spero di potervi far apprezzare il concerto su Symphonic Musical Soul.

Durante la giornata si sono tenuti tornei videoludici nonché incontri con alcuni famosi autori e doppiatori.

Gianluca Iacono si è dimostrato simpaticissimo quando sul palco ha insegnato a gestire diaframma e respiro prima di gridare. Dopodiché ha invitato sul palco qualche temerario perché gridasse con le voci di una nota serie animata doppiata da Iacono. A quanto pare, dopo aver visto adolescenti e giovani poco più che ventenni sfidarsi, sul palco è giunta una bimba che ha zittito tutti, Iacono, sfidanti e pubblico. Era la vincitrice indiscussa. Si era capito che avrebbe vinto sin dal suo arrivo sul palco. Infatti, quando Iacono le ha chiesto di presentarsi, ha tirato fuori tutto il fiato, assordando l’intero stabile mentre diceva il nome.

Ma erano presenti anche Simone Buonfantino, disegnatore sia per DC che per Marvel, Don Alemanno, autore di Jenus, Vincenzo Cossu, autore di un libro sui Queen e il cinema, Diego Fichera ed Emdy.

Sabato

Devo dirvi che il sabato avevo un impegno prefissato che non potevo spostare. Pertanto, è meno documentato. Comunque, il momento più importante della giornata era legato a Midna e Raiden, la coppia famosa per i canali YouTube e Twitch Player Inside. Come noterete guardando la galleria, non mi sono fatto sfuggire una foto con loro!

Notate come ero vestito. Indossavo una felpa dedicata al … RETRO BROWSER! Avete letto bene, non ho scritto RETRO BOWSER, ma BROWSER. La maglietta, fornitami da Microsoft in un precedente evento, ben rappresentava l’Angolo di Windows. Inoltre, contiene una scritta che invita a salvare gli standard come Internet Explorer. Purtroppo, la maglietta non è aggiornata: IE oggi è defunto. Un minuto di raccoglimento, per favore!

Dopo la foto, ho voluto raccontare un piccolo aneddoto legato al nostro sito, al mio canale musicale e ai Player Inside. Quasi ogni domenica, la coppia di youtuber pubblica un nuovo episodio, che è sempre il migliore di qualcosa, della serie Annunci Lolli. Spesso ci mostrano strane descrizioni degli oggetti acquistabili su Amazon. Si tratta di traduzioni fatte male, incomprensibili, in cui certe parole originali si trasformano in termini molto coloriti, che non c’entrano per niente con il prodotto.

Ricordate le mie recensioni dedicate ai prodotti musicali della Souidmy? Sono così piaciute che l’azienda mi ha chiesto un aiuto per la traduzione su Amazon. Così ho annunciato che Souidmy potrebbe essere la prima azienda cinese a pubblicare su Amazon prodotti che non finiranno su Annunci Lolli, almeno finché riceveranno il mio aiuto nelle traduzioni!

Il secondo giorno l’Area Games si è arricchita con lo stand di DEMOELA Giochi da tavolo, casa editrice che ha presentato una serie di giochi da tavolo dedicati alla Sardegna. Fra questi ci sono le versioni alla sarda del Monopoly e del Risiko!

Vi mostro alcuni dei giochi presenti nello stand:

https://youtu.be/b7s1FU1bixc
Spuntino in Sardegna, il gioco in cui si impara a cucinare i piatti sardi, in particolare quelli dei pastori che “pastorigano”. Ho assistito a un gameplay fatto dalle ragazze del Subbuteo. Ho chiesto loro se sono delle pastorelle esperte, ma mi hanno risposto che abitano in città. Anche se era la loro prima partita, hanno finito il gioco in circa 15 minuti.
Ecco il prototipo di My Sweet Shop, presentato da uno psicologo locale. Qualche casa editrice è interessata?
Sgrunt è un gioco simile al Risiko! Al posto dei carrarmati, però, troviamo i cinghiali, che permetteranno di conquistare i territori sardi. La Sardegna è suddivisa in diverse microregioni, i cui nomi sono antichissimi, tranne uno, quello della Costa Smeralda. Il gioco è ambientato nel futuro, fra 300 anni, quando un cataclisma dovrebbe far azzerare la vita in Sardegna.
Tancas è un gioco che ha attirato molto in questi giorni. Tant’è vero che il responsabile dello stand ne ha dovuto mettere a disposizione due copie sui tavoli. Si tratta della versione sarda del Monopoly, con parecchie varianti che richiamano il gioco Metropoli. Ogni casella riporta il nome di una località o di un’azienda sarda. Il gioco permette di fare un giro virtuale di tutta la Sardegna.

Durante la serata si è tenuto un imponente concerto dedicato ai successi musicali degli Anni Ottanta.

C’è stato anche un torneo dedicato a Fortnite.

Restando in ambito videoludico, l’Area Games si è occupata del mondo Nintendo, grazie a Pokemon go e a Smash Bros.

Domenica

Che intensa giornata! C’erano tanti eventi e ho dovuto decidere a quali non essere presente. Per esempio, non sono riuscito ad andare all’incontro con Sabaku no Maiku. Inoltre, sono avvenuti piccoli cambiamenti dell’ultimo momento: ritardi, anticipazioni, cancellazioni e aggiunte.

All’esterno del locale usato per il Sassari Cosplay era presente MAD2Factory, che organizza giochi di ruolo dal vivo. Sono state tante le sfide proposte in questi giorni.

Ecco degli spadaccini che si sfidano!
E qui vediamo una sfida al tiro con l’arco

Uno dei momenti più belli della giornata per me è stato partecipare in prima persona al contest organizzato nello stand del RETROGAMES. Ci siamo sfidati sulla pista RED BULL con l’auto più potente di Gran Turismo 6. Se avete visto i miei gameplay di guida sull’Angolo del Game che pubblico regolarmente, avrete notato che uso sempre il cambio automatico o, in alcuni casi, quello semiautomatico. Non ho mai guidato nei videogiochi di guida con il cambio manuale. Ma per la sfida al Sassari Cosplay l’ho fatto! Credo di essere arrivato ultimo, ma ho avuto la soddisfazione di riuscire a fare uno dei tre giri previsti nella sfida con il tempo valido!

Qual era il premio ambito che si è aggiudicato il vincitore? Uno Spuntino in Sardegna! Si tratta di una copia del gioco da tavolo della Demoela.

Lo stesso stand aveva organizzato un contest sullo storico videogioco Commando per Commodore 64. In quel caso c’era in palio una miniatura delle Tartarughe Ninja.

Ma i contest della giornata sono stati molti altri. C’è stato un torneo di FIFA 22.

Un altro contest era dedicato a League of Legends in cui la cosplayer Krisfits si è vestita indossando i panni del boss finale e ha sfidato il finalista.

Poi ci sono stati i tornei di Multiversus e di Tekken 7.

Mad2factory ha organizzato un combattimento sull’arena, in cui erano presenti spade, scudi e altre armi medioevali (ma alcuni di questi oggetti erano di origine Fantasy) riprodotti fedelmente con materiale non letale. Gli organizzatori ci hanno tenuto che gli oggetti non colpissero terra, ovvero l’asfalto, o si sarebbero sfracellati.

Ho assistito a uno dei combattimenti: 2 madri con i loro 3 bambini si sono sfidati. I responsabili dello stand hanno detto ai bambini: “Ricordate quel videogioco, quel giocattolo, quel gelato che le vostre mamme non vi hanno voluto regalare? Oggi potete vendicarvi!”. Chi ha vinto? Una delle madri! Le mamme hanno sempre ragione!

Durante il pomeriggio ho ripreso Emdy mentre realizzava un disegno al computer:

Uno dei ragazzi dello staff ci ha tenuto a comunicarmi che la TV LCD utilizzata da Emdy era la sua! Gliel’ha prestata volentieri. Emdy utilizzava una tavoletta grafica collegata tramite HDMI.

Un evento curioso è stato organizzato dall’Associazione Musivers Cagliari. Si tratta di un contest K-Pop. Avevo capito che era un contest di canto, interpretando la lettera “K” come iniziale di Karaoke. Prima che l’evento iniziasse, ho intervistato tre concorrenti, vestite di nero. Ho chiesto loro se fossero un trio che avrebbe cantato. Mi hanno risposto che partecipavano come soliste. Poi le ho viste ripassare dei passi di danza. Ho iniziato a capire che, forse, non avevo capito qualcosa del contest.

Quando il contest è iniziato, ho capito che la “K” stava per “Korea” e che si trattava di una sfida di ballo! Una delle ragazze soliste ha vinto nella propria categoria. Sono contento di avere scelto proprio lei e le sue amiche per l’intervista prima dell’inizio del contest.

Comunque, tutti i ballerini sono stati davvero magnifici. Il contest si è svolto così, ma spero di pubblicare il video completo nei prossimi giorni nel mio canale musicale Symphonic Musical Soul.

K Pop

I primi sei brani erano in gara. Il settimo era un fuoriprogramma.

  1. Un medley di video K-Pop ha spinto gli sfidanti a ballare sul palco, cercando di imitare i passi che, però, apparivano alle loro spalle. Visto che, in certi momenti, erano in tanti ed eseguivano delle perfette coreografie, significa che i ragazzi erano davvero preparati bene.
  2. Ogni partecipante, come solista o come gruppo, si è esibito ripetendo i passi di un video musicale. Come mostra il programma, il primo brano è di una cantante italiana, Alexa. I concorrenti si sono eseguiti come solisti, gruppi e outfit.
  3. Mentre il pubblico stava esprimendo il proprio voto su Instagram, i ballerini sono tornati sul palco per un’ultima sfida di improvvisazione.

I Fratelli Aiello hanno chiuso la manifestazione esibendosi sul palco e cantando famose canzoni Disney degli ultimi 30 anni. Dietro di loro comparivano le scene originali. Il pubblico è stato coinvolto cantando e ballando.

Purtroppo, l’ultimo evento è stato anticipato di quasi 20 minuti; pertanto, ho potuto iniziarne la registrazione video in ritardo. Neanche il personale dell’Audio & Video si era accorto che i cantanti avevano iniziato l’evento!

Comunque, il tutto si è chiuso in modo perfetto. Abbiate pazienza, e cercherò di pubblicare il video sul mio canale Symphonic Musical Soul tra qualche giorno.

Cibo e bancarelle

Le postazioni per mangiare qualcosa erano parecchie. Nella galleria che segue, ne vedremo un paio.

La Gelateria Artigianale TONDINI aveva dei gelati buonissimi, sanissimi e naturalissimi. Se capitate a Sassari, provate il gusto al fico d’India (anche se Pupo canta quello al cioccolato)

Ma questi sono solo due. Infatti, c’era un bar che offriva cornetti ai gusti tradizionali, aggiungendo quello all’arancia. Non mancavano postazioni che offrivano cucina giapponese. Due postazioni erano dedicate al food americano. Per la prima volta ho bevuto le bibite della Coca Cola ai gusti Exotic (frutti esotici) e Strawberry & Kiwi. Chissà perché quest’ultimo è introvabile in Italia, la patria mondiale del Kiwi?

La seconda postazione era la più economica ma offriva ottime scelte: crepe, hot dog, pop corn e tanti gusti di zucchero filato e milk shake.

Al centro dell’edificio si trovavano tante postazioni di vendita dedicate a ogni aspetto del mondo Cosplay & Comix. Purtroppo, le fotografie che ho fatto non si sono salvate. Ma ho realizzato alcuni video. Nei prossimi giorni, pertanto, tornate qui e nei miei canali!

Una delle postazioni più belle era gestita da una robusta padawan Jedi (vestita di bianco come la Rey di Daisy Ridley) e un maestro (?). Aveva una maschera che mi faceva pensare a Kylo Ren (Adam Driver), ma non era vestito come lui. Infatti, indossava un mantello come quelli dei maestri Jedi. Forse si trattava di un Jedi che stava pensando di passare al Lato Oscuro? Peccato che non sono riuscito a vedere di che colore era la sua spada laser: mi avrebbe tolto ogni dubbio. Comunque, se siete stati al Sassari Cosplay 2022 potete lasciare un commento in calce e dire la vostra al riguardo.

Oltre alla possibilità di acquistare vestiti, oggetti, parrucche e molto altro legato al mondo dei Cosplay, fra le bancarelle ce n’era una dedicata ai videogiochi usati. Erano disponibili anche console usate, ma chiunque poteva portare qualche esemplare che aveva in casa.

Un secondo stand era dedicato, invece, ai giochi e ai videogiochi moderni. Includeva anche giochi da tavolo in edizioni speciali, come il Monopoly dei Ghostbuster o un’edizione speciale del Risiko! Fra l’altro, era disponibile una Playstation 5 al costo di circa 630 € (o 650? Non ricordo più). In Area Games c’era pure una Playstation 5, che si poteva provare.

Riguardo alla PS5, vi racconto un aneddoto. Durante l’incontro con i Player Inside, Raiden ha fatto un sondaggio per sapere quanti dei presenti possedessero questa console. Si sono alzate tante mani da spingere lui e sua moglie a chiedere: ‘Ma solo qui in Sardegna è arrivata la Playstation 5? Ecco perché nel resto del mondo non è disponibile!’.

Conclusioni

È stato un grande privilegio poter partecipare al Sassari Cosplay tutti e tre i giorni e conoscere sia gli organizzatori che il personale. In questo articolo ho potuto mostrarvi solo alcune chicche, altre arriveranno nei prossimi giorni tramite i video.

Vi lascio il link all’intera Playlist di video già pubblicati e in fasi di aggiornamento su Angolo del Game. Molti di questi video si possono vedere direttamente in questo articolo.

Non perdere questi contenuti:

Lascia un commento