Workaround per corruzione file system NTFS

Workaround per corruzione file system NTFS

Windows 10 soffre di un bug, scoperto recentemente, che permetterebbe di segnare un disco come “corrotto” solo aprendo un determinato file, opportunamente creato. Vediamo come applicare un workaround temporaneo.

Di che bug si tratta?

Nello specifico il bug che affligge Windows 10 permetterebbe ad un utente non amministratore di avviare un file (con del codice pensato ad hoc) che segnerebbe un volume NTFS come corrotto.

La scoperta è stata fatta dal ricercatore sulla sicurezza Jonas Lykkegaard.

Successivamente l’utente è costretto ad eseguire un controllo al file system, in alcuni casi però potrebbe non esser risolutivo.

C’è un workaround temporaneo, che impedisce il manifestarsi del problema

Il workaround

Il fix è stato sviluppato e rilasciato da OSR ed è disponibile su Github. Questo workaround installerà un driver che fungerà da filtro, andando a bloccare le richieste che iniziano con “:$i30:”, quelle ritenute dannose che causano il problema in oggetto.

Leggi anche  Windows 11 supporterà (forse) la 7th generazione Intel e la 1th generazione Zen di AMD

Dopo averlo scaricato posizionarsi nel percorso ove risiedono i file da powershell come amministratore, quindi digitare

RUNDLL32.EXE SETUPAPI.DLL,InstallHinfSection DefaultInstall 132 .\i30flt.inf

wevtutil im i30flt.man

fltmc load i30flt

Quando invece Microsoft rilascerà un aggiornamento correttivo, sarà possibile rimuovere il filtro con il seguente comando, sempre da powershell come amministratore:

RUNDLL32.EXE SETUPAPI.DLL,InstallHinfSection DefaultUninstall 132 .\i30flt.inf

Via: BleepingComputer

Alvise C.

Alvise C.

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue. Per info: [email protected]

Lascia un commento