Trasforma il tuo smartphone in una webcam wireless con Droidcam

Trasforma il tuo smartphone in una webcam wireless con Droidcam
Tempo di lettura: 2 minuti

Problemi con la webcam osboleta o non funzionante più con Windows 10? Ecco un metodo pratico e veloce per usare il proprio smartphone come webcam.

Compatibile con Android, Windows e Linux

Questa procedura è disponibile solo per smartphone con Android e supportano la comunicazione con sistemi Windows e Linux.

L’app da utilizzare è Droidcam, scaricabile dal Play Store di Google.

Il requisito principale perché tutto funzioni correttamente è che entrambi i dispositivi debbano essere collegati alla medesima rete wifi (modem/router o hotspot che sia), in alternativa è possibile collegare lo smartphone con il cavo USB al computer..

Come funziona?

Dopo aver installato l’app per Android, accertiamoci di cliccare su Consenti in merito l’accesso dell’app alla fotocamera ed al microfono.

Ora è possibile procedere con l’installazione del client in Windows.

I dati che vedremo nell’app di Android ci serviranno per configurare il client, che sia Windows o Linux.

Prendere nota dell'indirizzo IP e la porta
Prendere nota dell’indirizzo IP e la porta

I dati che ci interessano sono l’indirizzo IP e la porta utilizzata dall’applicazione. Questi dati andranno inseriti nel client Windows, come da immagine.

Inseriamo i dati e clicchiamo su Start
Inseriamo i dati e clicchiamo su Start

Una volta inseriti i dati, clicchiamo su Start ed inizieremo ad usare il nostro smartphone come webcam!

Per usarlo con la connessione USB, selezionare la seconda icona in alto, quella con l’icona USB.

L’app infatti supporta la connessione wireless ma anche la connessione USB, ovviamente dobbiamo assicurarci che lo smartphone sia riconosciuto correttamente dal sistema.

In alternativa è possibile usare l’app Iriun, disponibile sempre per Android e Windows. La differenza è che in Iriun non serve inserire alcun dato di impostazione, ricerca in automatico lo smartphone nella rete wifi.

Leggi  Sempre più sicuri con Windows Defender (o Microsoft Defender)?

Oltre a questo, supporta anche i sistemi macOS.

Elvis

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: