Raggiunto l’accordo tra i motori di ricerca e il governo britannico: i filtri anti-pirateria ci saranno

Come avevamo riportato qualche giorno fa, vi erano voci riguardanti la negoziazione da parte del governo britannico con i principali motori di ricerca, in particolare Google, per l’introduzione di specifici filtri per escludere contenuti pirata dalle ricerche.
album 1296177 1280
Ebbene, sembra che sia stata raggiunto l’accordo e che i motori di ricerca interessati dovranno modificare il loro algoritmo di ricerca per escludere contenuti pirata e togliere suggerimenti di auto-completamento che riportino a contenuti illegali.
Il cambiamento riguarderà esclusivamente la parte UK del motore di ricerca. Ci chiediamo se questo tipo di comportamento possa esser seguito anche da altri paesi europei, voi cosa ne pensate? Credete che sia un comportamento corretto escludere i contenuti pirata coinvolgendo i motori di ricerca?
Fonte: TorrentFreak
Alvise C.

Alvise C.

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue. Per info: [email protected]

Lascia un commento