Windows 11 su un Intel Core Duo? Certo grazie a tiny11

Nato con il mitico Intel Core 2 Duo, una scheda grafica NVIDIA GeForce 320M e 4 GB di RAM l’ASUS K50id è stato un modello di punta di casa ASUS tra il 2009 e il 2010. Con i suoi 2,6 kg di peso e uno schermo da 15.6 pollici con risoluzione HD Ready era un notebook adatto per chi cerca prestazioni elevate, grafica di qualità e un design elegante.

Nato originariamente con Windows 7 e successivamente aggiornato a Windows 10, come moltissimi altri PC non supporta nativamente Windows 11 (pensate neanche gli stessi prodotti MS lo supportano hahah). Ma noi dell’Angolo di Windows, un po’ per goliardia e un po’ perché siamo informatici, abbiamo provato ad installarci Windows 11, o meglio dire tiny11 (ne avevamo parlato qua) su un PC di 14 anni. Ovviamente abbiamo prima installato un SSD, pulito accuratamente e cambiata la pasta termica 😉

Prestazioni

Parliamo di un PC di 14 anni.

Già dal primo avvio siamo rimasti sorpresi dalla notevole velocità di accensione (nulla da invidiare a quella di Windows 7) ma fin da subito abbiamo notato un generale “rallentamento” (se si può chiamare così) fatto da piccoli bug grafici, sfocature e anche qualche animazione che “si perde” per strada.

Per amor della Microsoft funziona e funziona pure bene ma a lungo andare senti che non è reattivo, malgrado sia una versione alleggerita fa fatica a lavorare salendo subito su di consumi.

Piccolo esempio; per installare i driver e fare qualche aggiornamento ha impiegato circa una mezzoretta, un tempo buono, ma quando abbiamo iniziato ad usare Firefox abbiamo subito visto le limitazioni del processore nel reggere l’apertura di diverse tab (che in Windows 7 si aprono molto meglio per essere sinceri).  

A differenza Windows 7 offre una buona esperienza di utilizzo su questo dispositivo con un indice di prestazione del 5,7. L’interfaccia è estremamente reattiva con tutte le animazioni AERO che caratterizzano Win7, e tutte le applicazioni “legacy” funzionano ancora senza intoppi.

Durante l’uso quotidiano che ne facciamo lavora senza dare il minimo segno di rallentamenti, sempre fluido e senza bug grafici che caratterizzano tiny11. Applicazioni come Office 2016, Firefox, Chrome, insomma tutte quelle da ufficio girano meravigliosamente a distanza di 14 anni.

Okay ora ti stai chiedendo: ehi ma il supporto ufficiale non è terminato? E ciò non lo rende vulnerabile a minacce di sicurezza e virus? Beh sì, se non segui questa guida.

Tempi di avvio

RICORDO: Parliamo di un PC di 14 anni.

Mettere in paragone i due sistemi è sbagliato. È importante sottolineare fin da subito che il confronto tra Windows 7 e Windows 11 su questo ASUS K50id presenta una notevole complicazione.

Windows 11 è stato installato su questa macchina come un sistema operativo pulito, mentre Windows 7 conserva una serie di personalizzazioni, applicazioni e programmi accumulati nel corso degli anni e che vengono impiegati quotidianamente. Un confronto puramente “pulito” tra i due sistemi richiederebbe una formattazione completa del dispositivo e una nuova installazione sia di Windows 7 che di Windows 11, un processo che è al di là degli limiti di questa analisi.

Ma esaminiamo un po’ di numeri.

Tempi di avvio (da click del pulsante a desktop del PC, con windows boot manager e lockscreen):

Come riportato dal grafico i tempi di avvio dei due sistemi sono molto simili, quasi uguali.

Velocità scrittura/lettura disco (CristalDisk):

I test di CristalDisk indicano che Windows 7 è di poco più veloce rispetto a Windows 11, il quale si diffende decisamente bene.  

Ram usata (senza programmi aperti, solo quelli di avvio automatico):

Ricordiamo che Windows 11 è stato installato su questa macchina come un sistema operativo pulito, mentre Windows 7 conserva applicazioni e programmi di avvio che ne influiscono le performance.

Cinebench:

Malgrado i test in single-core su tiny11 siano più volte falliti, notiamo quanto Windows 7 sia più performante rispetto a tiny11.

Conclusioni

Malgrado la Microsoft faccia sembrare come se Windows 7 un pericolo per la comunità internazionale senza aggiornamenti di sicurezza (spoiler sta continuando a distribuire definizioni per l’antivirus integrato) questi computer vanno alla grande con esso e soprattutto senza glic grafici o bug che caratterizzano anche Windows 11 (su tutte le macchine, comprese le più potenti).

E questo potrà sembrarvi da nostalgici ma… lunga vita a Windows 7. Continuerà a essere il miglior sistema operativo per queste macchine ed è inutile ostinarci ad aggiornare, aggiornare ed aggiornare per la “nostra sicurezza”. 14 anni e non sentirli con Windows 7, grazie al quale facciamo ancora tutto quello che facevamo prima e soprattutto non sentendo questa “obsolescenza programmata” che ci porta a cambiare PC ogni 2-3 anni. Saremmo nostalgici ma siamo informatici…  

Articoli Correlati

Windows 11 o Windows 10 per il gaming: qual è la scelta migliore?

Gestire tutte le connessioni remote con PRemoteM

Come abilitare o ripristinare i piani di risparmio energetici nascosti in Windows?