Guida alla sopravvivenza con Windows 7: Sfruttare al massimo il tuo sistema operativo affidabile ma datato

Nonostante Windows 7 è stato rilasciato al pubblico oltre 10 anni fa, rimane ancora popolare tra molti utenti in tutto il mondo. Se fossi uno di loro, potresti chiederti come sopravvivere e continuare a utilizzare al meglio il tuo sistema operativo preferito, nonostante il supporto ufficiale sia terminato dal 14 gennaio 2020. Questa guida ti fornirà alcuni consigli utili per massimizzare l’efficienza e la sicurezza di Windows 7 anche dopo il suo pensionamento.

Quando smetterà di funzionare Windows 7?

Il supporto per Windows 7 è terminato il 14 gennaio 2020. Il sistema non smetterà di funzionare ma sarà in futuro poco utilizzabile a causa del mancato supporto di molti applicativi e dei browser stessi.

1. Mantenere il sistema aggiornato:

Anche se Microsoft non fornisce più aggiornamenti di sicurezza per Windows 7, ci sono altre misure che puoi adottare per mantenere il tuo sistema sicuro.

La prima tra queste è installare tutti gli aggiornami rilasciati da Microsoft fino al 2023. Ebbene sì la stessa MS ha continuato a rilasciare aggiornamenti fino a gennaio di quest’anno solo per le aziende che avevano pagato (ESU) e questo metodo lo consigliamo solo per quelle aziende che hanno estrema necessità di avere gli aggiornamenti esclusivamente da Microsoft e non da terzi.

Un’altra misura per poter essere aggiornati e sicuri è usare 0patch, fornisce patch di codice in miniatura (“micropatch”) a computer e altri dispositivi in ​​tutto il mondo per correggere le vulnerabilità del software in vari prodotti, fornendo ancora per due anni aggiornamenti a Windows 7 per correggere tutte le vulnerabilità del sistema.

Questa soluzione ti permetterà di essere sicuro con il tuo sistema operativo ancora per due anni, senza preoccupazioni di dover aggiornare a Windows 10/11 e pensare a futuri rallentamenti. 0patch rilascerà aggiornamenti di sicurezza per le vulnerabilità più gravi che possono essere sfruttate in-the-wild da potenziali attaccanti.

Quindi solo per voi siamo riusciti a farci dare uno sconto del 10% valido fino al 1 ottobre 2023 usando il codice ANGW23 in fase di acquisto.

2. Navigare in modo sicuro:

Poiché il supporto per Internet Explorer su Windows 7 è terminato, è consigliabile passare a un browser più moderno. Un esempio è Mozilla Firefox, che continua a fornire aggiornamenti di sicurezza per Windows 7 ancora per un po’ (non è ancora stata indicata una data di fine supporto).

Ormai Microsoft Edge per Windows 7 è fuori supporto da gennaio di quest’anno, ma sempre 0patch si è resa disponibile ad fornire aggiornamenti per Edge ancora per due anni con il piano Enterprice …..

Inoltre, un altro consiglio è quello di utilizzare un’estensione di blocco degli annunci e di essere cauto quando navighi su siti web sconosciuti o scarichi file da origini non affidabili.

3. Antivirus sicuri:

Poiché Windows 7 non riceve più aggiornamenti di sicurezza ufficiali da Microsoft, è essenziale proteggere il tuo sistema operativo utilizzando un antivirus affidabile:

  1. Scelta dell’antivirus: Scegli un antivirus noto e affidabile che supporti ancora Windows 7. Alcuni esempi di antivirus compatibili con Windows 7 includono Avast, Avira, Bitdefender, Norton, McAfee e Kaspersky. Fai delle ricerche approfondite, leggi le recensioni e valuta le funzionalità offerte prima di prendere una decisione.
  2. Aggiornamenti e scansione regolare: Assicurati di mantenere l’antivirus sempre aggiornato con le ultime definizioni di virus e motori di scansione. Configura l’antivirus per effettuare scansioni regolari del sistema, inclusi file, cartelle e programmi. Questo aiuterà a identificare e rimuovere eventuali minacce presenti sul tuo computer.
  3. Protezione in tempo reale: Assicurati che il tuo antivirus offra una protezione in tempo reale, che monitora costantemente le attività del sistema, i download e gli allegati di posta elettronica per rilevare e bloccare potenziali minacce in tempo reale. Questa funzione è particolarmente importante per prevenire l’accesso a malware o ransomware.
  4. Usare una VPN: ….

4. Utilizzare software alternativi:

Dato che alcune applicazioni e programmi di terze parti richiedono una versione più recente del sistema operativo, può essere necessario trovare alternative compatibili con Windows 7 per soddisfare le tue esigenze.

Ecco alcuni esempi di software alternativi popolari per Windows 7:

  1. Suite Office: Al posto di Microsoft Office (ormai fuori supporto da largo tempo), puoi utilizzare LibreOffice o Apache OpenOffice. Queste suite offrono strumenti di elaborazione testi, fogli di calcolo, presentazioni e altro ancora, consentendoti di creare e modificare documenti senza dover passare a una versione più recente di Windows.
  2. Editor di immagini: Se stai cercando un’alternativa a software di fotoritocco come Adobe Photoshop, puoi considerare GIMP (GNU Image Manipulation Program) o Paint.NET (in via di dismissione purtroppo). Entrambi offrono una vasta gamma di funzionalità per l’editing e la manipolazione delle immagini.
  3. Lettori multimediali: Per la riproduzione di file multimediali, puoi optare per VLC Media Player o Media Player Classic.

5. Backup regolari:

è fondamentale proteggere i tuoi dati importanti in caso di perdita o malfunzionamenti del sistema quindi ecco alcuni suggerimenti per effettuare backup regolari su Windows 7:

  1. Utilizza un’unità esterna: Collega un’unità esterna come un hard disk esterno o una chiavetta USB al tuo computer. Copia e salva i file importanti su questa unità esterna in modo da avere una copia di backup. Puoi farlo manualmente o utilizzare software di backup automatico per semplificare il processo.
  2. Servizi di cloud storage: Considera l’utilizzo di servizi di cloud storage come Google Drive, Dropbox o OneDrive (fuori supporto). Carica i tuoi file su questi servizi in modo che siano accessibili da qualsiasi dispositivo connesso a Internet.
  3. Esegui backup settimanali usando l’utilità di sistema: è importante fare backup con l’utilità di sistema per poter avere una copia dei propri dati e del sistema operativo per ogni evenienza.

Ricorda di effettuare backup regolari dei tuoi dati importanti, inclusi documenti, foto, video e altri file che non vorresti perdere in caso di guasto del sistema o di cancellazione accidentale. Mantenendo i tuoi dati protetti con regolari backup, puoi mitigare il rischio di perdita di dati irreparabile.

6. Utilizzare il DNS di Cloudflare e impostare il firewall come pubblico:

Per migliorare la sicurezza e la privacy durante la navigazione su Windows 7, puoi configurare il DNS di Cloudflare e impostare il firewall del tuo sistema operativo come pubblico.

  • DNS di Cloudflare: Cloudflare offre un servizio DNS gratuito e veloce chiamato “1.1.1.1”. Configurando il tuo computer per utilizzare questo DNS, potrai beneficiare di una connessione Internet più rapida e sicura, con meno rischi di phishing o blocco di siti dannosi.
  • Impostare il firewall come pubblico: Il firewall di Windows 7 può essere impostato su tre tipi di reti: privata, pubblica e di dominio. Se utilizzi il tuo computer in un ambiente pubblico come un Wi-Fi pubblico o un hotspot, è consigliabile impostare il firewall su “pubblico”. Ciò aiuta a bloccare l’accesso non autorizzato e a proteggere il tuo computer da potenziali minacce esterne.

Per impostare il firewall di Windows 7 come pubblico, segui questi passaggi:

1. Apri il Pannello di controllo su Windows 7.

2. Seleziona “Sistema e sicurezza” e poi “Firewall di Windows”.

3. Nella finestra del firewall di Windows, clicca su “Impostazioni avanzate”.

4. Nella nuova finestra, trova la connessione di rete pubblica attiva e fai clic destro su di essa.

5. Seleziona “Proprietà” e poi “Profilo”.

6. Imposta il tipo di profilo su “Pubblico” e conferma le modifiche.

Impostando il DNS di Cloudflare e configurando il firewall come pubblico, puoi migliorare la sicurezza e la protezione della tua connessione Internet su Windows 7, riducendo i rischi di minacce online e migliorando la tua esperienza di navigazione.

7. Considera l’aggiornamento a un nuovo sistema operativo:

Sebbene sia possibile continuare a utilizzare Windows 7, potrebbe essere il momento di considerare seriamente l’aggiornamento a un sistema operativo più recente come Windows 10. I nuovi sistemi operativi offrono non solo funzionalità migliorate, ma anche un supporto di sicurezza continuo che proteggerà meglio il tuo computer.

Articoli Correlati

FIX Come risolvere l’errore di riavvio improvviso su Windows 11

Gestire tutte le connessioni remote con PRemoteM

Come abilitare o ripristinare i piani di risparmio energetici nascosti in Windows?