Guida alle migliori stampanti: Agosto 2023

Siete sul punto di scegliere una nuova stampante? Certamente vi farà comodo sapere quali sono alcuni parametri-guida sui quali basarsi, ai fini di una scelta consapevole. Consapevolezza in fase d’acquisto che arriva a comprendere le proprie esigenze, oltre alle caratteristiche prettamente tecniche della stampante, ovviamente.

Alla domanda su quale sia il modello di stampante migliore, è infatti difficile rispondere. Si può rispondere, ma in un senso relativo al carico di lavoro che con la stampante si dovrà espletare, per l’appunto. Laddove si opti per una stampante ad inchiostro, sicuramente si otterrà nell’immediato il vantaggio di un prezzo più basso, molto facilmente accessibile in confronto a quello delle stampanti laser.

Le ultime tendenze di mercato danno comunque degli esiti che sono meno favorevoli per queste ultime, vedendo in vantaggio l’acquisto delle stampanti laser. Il motivo risiede principalmente nella velocità di stampa.

Scegliere la stampante in relazione alla velocità di stampa

Per offrire dei parametri sui quali basarsi, si può considerare come una stampante laser arrivi ad una velocità media di una trentina di pagine al minuto, attualmente.

Sempre attualmente, la stessa media per una stampante inket (a getto d’inchiostro), corrisponde a circa una decina di pagine al minuto. La differenza è senz’altro notevole, e può far comodo in particolare a chi dovrà svolgere con la stampante del lavoro d’ufficio. Ciò in maniera continuativa, e con una grossa mole di materiale da stampare.

D’altro canto si dovrebbe anche considerare che, oltre al fattore economicità, le stampanti a getto d’inchiostro hanno dalla loro anche l’assenza delle micro-polveri, quelle prodotte dai toner delle stampanti laser. La questione delle micro-polveri è leggermente controversa, nel senso che si pensa possa arrecare dei disturbi all’uomo, in particolare alle vie respiratorie, ma la correlazione con tali effetti non sarebbe stata accertata scientificamente. In ogni caso, se state pensando di basare la vostra scelta solamente sulla velocità di stampa, sappiate che ci sono altri fattori dei quali tener conto, e ognuno di questi potrebbe tornarvi utile.

Scegliere la stampante in relazione alla qualità di stampa

Oltre alla velocità di stampa, infatti, conta anche la qualità di stampa. A seconda del lavoro che svolgete, anche questa caratteristica può essere determinante. Si pensi al riguardo al lavoro svolto da studi grafici e fotografici. Qui saranno da preferire le stampanti inket, proprio per la qualità superiore di stampa che dimostrano.

Per contro, le stampanti laser continuano ad essere la scelta ottimale, se per necessità dobbiate stampare più che altro testo, e con poche immagini.

La scelta della stampante in relazione al costo di mantenimento

Oltre al prezzo d’acquisto, tra le spese economiche per una stampante, si annoverano chiaramente anche i costi di mantenimento. Una stampante a getto d’inchiostro ha un prezzo sempre molto più accessibile, ma bisogna considerare che, in un dato arco di tempo, i costi per il suo regolare mantenimento arrivano a livelli superiori rispetto a quelli per una stampante laser.

Possiamo qui presentare una stima, effettuata nel settore, di quanto costi stampare una singola pagina con un toner laser e quanto con uno ad inchiostro. La spesa per pagina nel primo caso (toner laser) è di circa 8 centesimi di euro per pagina. La spesa per la stessa pagina, con inchiostro, è più che doppia, arrivando ad una ventina di centesimi per pagina. Cifre che ovviamente sono espresse come media matematica dei costi, dato che questi ultimi varieranno anche in base all’efficienza del modello di stampante di cui si parla.

Ma si può valutare comunque la linea di tendenza, che fra modelli laser e ad inchiostro rimane immutata. Starete pensando che stampare molte pagine è conveniente con una stampante laser, ed è così, ma c’è anche un altro aspetto da tenere in conto. Parliamo del fatto che, la stampa multipla, si rivela vantaggiosa anche in una stampante a getto d’inchiostro.

Se stampiamo per gruppi, più è cospicuo il numero di pagine da stampare, più il costo di stampa con l’inchiostro si avvicinerà a quello della stampa laser-jet. Ma a questo punto vi chiederete il motivo. Esso risiede nel fatto che, alla stampa della prima pagina, il dispositivo inkjet impiega circa il 50% d’inchiostro in più per quella che è la pulizia delle testine.

Operazione, quest’ultima, che richiede anch’essa un certo quantitativo d’inchiostro. Ora, man mano che la stampa va avanti, si consumerà sempre meno inchiostro per l’operazione suddetta.

La scelta di una stampante a LED

E al riguardo di una stampante a LED? È l’ultimo modello, fra le varie tipologie di stampanti. Esse fanno parte della macro-categoria delle stampanti laser, ma è anche vero che le loro peculiarità le distinguono abbastanza da stampanti laser standard.

La tecnologia LED, in questo caso, viene in aiuto dell’utente annullando quelli che sono determinati inconvenienti tipici delle normali stampanti laser-jet. Si hanno diversi LED per la stampa, che lavorano a diverse fasi, ma in stretto coordinamento, e in relazione all’input di stampa. Tanto per intenderci, non si avranno inconvenienti quali i laser e gli specchi da mantenere per forza allineati, e che alle volte possono causare problematiche con la stampa in corso.

La stampante LED è anche più versatile nell’utilizzo, potendo stampare con una maggiore efficienza rispetto alla laser standard, su determinati altri tipi di carta, come ad esempio la carta lucida per stampare fotografie. Stesso discorso per i formati di stampa possibili, che con la stampante laser LED sono più variegati. Nel dettaglio, si può anche stampare su fogli di piccolo formato.

Scelta per qualità-prezzo: stampanti laser

Volendo trovare un prodotto della categoria che sia abbastanza soddisfacente, fra le stampanti laser, e senza spendere tanto, lo troviamo sicuramente nella stampante Brother HLL2310D. Si tratta di un modello laser-jet dalle prestazioni di ottimo livello. Ciò specie se si considera il prezzo (abbastanza modico per essere una stampante di questa categoria).

Fonte: Brother.it

Si tratta di una stampante monocromatica, che stampa 30 pagine al minuto in bianco e nero. Davvero l’ideale per chi ha necessità di stampare una grossa mole di documenti in poco tempo, con un prezzo che si mantiene poco sopra i 100 euro.

Scelta per qualità-prezzo: stampanti inket

Se cercate una stampante a getto d’inchiostro che abbia un rapporto qualità-prezzo fra i più alti sul mercato, troverete quel che fa per voi nella stampante HP DeskJet 2720e 26K67B. Resterete sorpresi dal livello delle funzioni presenti. Esse comprendono la stampa, sia in bianco e nero che a colori, fino a 7,5 pagine al minuto in b/n, 5,5 a colori, con una risoluzione di 300×300 dpi.

Fonte: Hp.com

Inoltre, la stampante presenta un’elevata connettività. Oltre che da pc, è infatti possibile stampare anche da un dispositivo mobile, quale uno smartphone o un tablet. Basta installarvi l’app gratuita HP Smart, con connessioni Wireless Dual Band, Wi-Fi Direct, AirPrint e Mopria. È una stampante multifunzione, presente anche il piano per scansioni e fotocopie. La troverete al prezzo di circa 50 euro.

Fonte: Amazon.it

Altra stampante inkjet che brilla per rapporto qualità-prezzo è la Canon TS5150. Anche per essa sono presenti l’ottima connettività, con un Bluetooth a consumo energetico molto basso. Possibile impostarne il funzionamento tramite alcune app create dalla casa madre, quali App Message in Print, PIXMA Cloud Link, App Canon PRINT Inkjet/SELPHY. Anche in questo caso è una stampante multifunzione e stampa fino a 13 pagine al minuto in b/n, e 7 pp al minuto a colori. Il prezzo è di circa 70 euro.

Scelta per qualità-prezzo: stampanti LED

Una stampante LED a prestazioni al di sopra della media, e a fronte di un prezzo non elevatissimo, è il modello OKI B432dn. Anche in questo caso si tratta di una stampante monocromatica. Per modelli analoghi ma a colori, di stampanti laser, così come LED, la cifra lievita sensibilmente.

Fonte: Amazon.it

Ma bisogna considerare che, per un ufficio, uno studio privato, o altro ancora, questa scelta consente la stampa fino a 40 pp al minuto in b/n. È una stampante volta al miglioramento della produttività, e concepita soprattutto per scopi professionali di stampa dei documenti. Presente la funzione di stampa automatica in fronte/retro, e riporta una connettività wireless che la rende utilizzabile da qualsiasi dispositivo.

Ottimo anche il rapporto tra velocità e consumo energetico, al top di categoria. È ergonomica, dall’utilizzo semplice. La troverete al prezzo di circa 200 euro.

Articoli Correlati

FIX Come risolvere l’errore di riavvio improvviso su Windows 11

Gestire tutte le connessioni remote con PRemoteM

SHMT, la nuova tecnica per velocizzare il pc