I 30 migliori siti per condividere video e audio con i tuoi contenuti

Quando ero bambino, mio nonno comprò un nuovo televisore a colori della Rex rivoluzionario (almeno per l’epoca). Era dotato di un tubo catodico da 26″ e permetteva di memorizzare ben 30 canali! Un lusso per l’epoca (metà anni ’80).

Oggi esistono decine di canali online, anzi siti. Ecco i 30 migliori, in cui pubblicare un audiolibro, un podcast o qualche video.

La lista conterrà il link del sito ed eventuali annotazioni.

Video

  1. YouTube www.youtube.com
  2. Vimeo https://vimeo.com/
  3. Tiktok https://www.tiktok.com/en/
  4. Facebook Watch https://www.facebook.com/creators
  5. Twitch https://www.twitch.tv/
  6. Daily Motion https://www.dailymotion.com/
  7. IGTV By Instagram
    Download:
    Android
    iOS
  8. Byte
    Download:
    Android
    iOS
  9. Periscope
    Download:
    Android
    iOS
  10. LBRY
    Download:
    Android
    iOS
  11. N1M

Audiolibri e Podcast

  1. Loyal Books http://www.loyalbooks.com/submit-book
  2. OverDrive https://company.overdrive.com/publishers/faqs
  3. LibriVox https://librivox.org/pages/volunteer-for-librivox
  4. Archive https://archive.org/create
  5. Buzzsprout https://www.buzzsprout.com
  6. Podbean https://www.podbean.com/start-unlimited-podcast
  7. Spreaker https://www.spreaker.com
  8. Podiant https://podiant.co/?campaign=discoverpods
  9. Anchor https://anchor.fm
  10. SoundCloud www.soundcloud.com
  11. Podomatic www.podomatic.com
  12. Blubrry https://create.blubrry.com/resources/podcast-media-hosting/?code=WPBeginner
  13. Transistor https://transistor.fm/?via=wpbeginner
  14. Smart Podcast Player https://fusebox.fm/?sc_ref=IFVR3HJBFoGjmq76
  15. Fusebox https://fusebox.fm/?sc_ref=IFVR3HJBFoGjmq76
  16. TuneIn https://tunein.com/
  17. Acast https://www.acast.com/it
  18. Stitcher https://www.stitcher.com/
  19. Wix Podcast Player https://www.wix.com/app-market/wix-podcast-player
  20. Simplecast https://simplecast.com/
  21. Audioboom https://audioboom.com/

I siti sono parecchi. Per pubblicare un singolo episodio di un audiolibro, podcast o video può volerci diverso tempo. Inoltre, alcuni di questi servizi non sono gratuiti. Comunque, molti di essi permettono di monetizzare. Pertanto, essere presenti su oltre 30 servizi online potrebbe essere conveniente. Consiglio di sceglierne uno per volta e provare.

Per chi volesse pubblicare in contemporanea su più servizi online, consiglio l’uso dei seguenti tre servizi online (uno è presente nell’elenco):

  1. Anchor
  2. DistroKid
  3. DistroVid

Anchor

Ne abbiamo già parlato in precedenti articoli. Permette di pubblicare in contemporanea su diversi siti di podcast. Nella lista troviamo alcuni di quelli elencati in questo articolo, ma ce ne sono anche altri. Inoltre, fornisce un feed RSS per pubblicare anche in servizi non previsti da Anchor.

Visto che alcuni servizi di podcast prevedono solo audio, i video inviati tramite Anchor non saranno distribuiti o disponibili in tutti i servizi previsti. Le puntate solo audio, invece, saranno distribuite ovunque.

Anchor, che appartiene a Spotify, è gratuito. È possibile iscriversi a un servizio a pagamento per creare delle pubblicità all’interno di Spotify. Inoltre, presto è possibile monetizzare. Al momento, però, quanto guadagnato non è riscattabile nel territorio italiano.

DistroKid

Questo sito permette di pubblicare musica. Visto che esistono CD-Audio contenenti audiolibri, perché non sfruttare DistroKid per pubblicare le registrazioni di un libro? DistroKid costa quasi 20 € all’anno e fa la distribuzione in oltre 250 servizi di streaming. Monetizzazione assicurata.

Un consiglio: se l’audiolibro fosse rifiutato dalla distribuzione, provare ad aggiungere una colonna sonora (possibilmente originale).

DistroVid

È un servizio di DistroKid nato di recente. Ha un costo 99 dollari all’anno (per ogni artista aggiuntivo sono 49 dollari all’anno). Distribuisce video su Apple Music, Vevo, Amazon e Tidal (che non ho inserito nella lista riportata sopra). Permette di creare un canale ufficiale dell’artista (o dell’etichetta nel caso in cui si sia un manager).

Anche se è preferibile usare DistroVid per inviare video musicali, nulla toglie di prepare dei video parlati. Inoltre, come DistroKid è in continua espansione nel numero di servizi di streaming, possiamo aspettarci che, con il tempo, anche DistroVid permetterà di pubblicare video ovunque. Potrebbe diventare il punto di riferimento per pubblicare in un lampo tutti gli oltre 30 siti elencati sopra.

Conclusioni

Molti dei servizi elencati sopra sono disponibili e utilizzati da diversi anni anche in Italia. Molti di essi hanno App ufficiali presenti nelle Smart TV e nei dispositivi HDMI come quelli di Roku, Google, Amazon e Apple.

La presenza di un video su diversi servizi online può aumentare la propria popolarità, la fanbase e la monetizzazione.

In contemporanea, però, finché non sarà disponibile un servizio capace di distribuire in automatico su tutti i siti, gestire oltre 30 canali in streaming richiede parecchio tempo. Ecco perché suggeriamo di scegliere solo alcuni dei servizi elencati, e provare. Se vi trovate bene, continuate con quel servizio, altrimenti passate a un altro.

La lista non elenca i siti dal migliore al peggiore. Quindi, potete decidere voi.

A proposito, se siete videomaker, riportate nei commenti il link al vostro canale (o ai vostri canali).

Articoli Correlati

Fix Errore 0x800f0831 Windows Update

Risolvere i problemi di installazione Windows 11: Come controllare i requisiti di sistema, i driver e lo spazio di archiviazione

Trova l’equalizzatore perfetto per il tuo PC Windows 11: guida alla scelta