Microsoft Defender verrà rinnovato radicalmente

Microsoft Defender verrà rinnovato radicalmente

Microsoft Defender, chiamato anche Sicurezza di Windows, sarà migliorato ulteriormente fornendo la possibilità agli utenti di gestire più dispositivi (Android, iOS e macOS) tutti da una unica dashboard.

Gestire vuol dire anche avere una intera panoramica delle rilevazioni avvenute nei dispositivi, dando una possibilità che ora è inclusa solitamente in prodotti Internet Security o superiori, ovviamente a pagamento.

Un po’ di Storia (e dov’è disponibile)

Da diversi anni Microsoft sta investendo su quello che all’inizio si chiamava Onecare, Microsoft Security Essentials e poi Windows Defender. Con l’avvento di Windows 11 l’interfaccia grafica dell’antivirus ha visto un lieve restyling, ma da Windows 10 in poi l’antivirus ha avuto tantissime interessanti implementazioni di sicurezza.

Microsoft Defender verrà rinnovato radicalmente

L’app è ora disponibile dallo Store ma solo i dipendenti Microsoft possono scaricarla.

Le protezioni incluse?

Come riporta BleepingComputer le funzionalità presenti sarebbero le seguenti:

  • Protezione Antivirus
  • Protezione Anti-Phishing
  • Rilevamento Password Break (password in uso trafugate in data-break)
  • Protezione dal furto d’identità
  • Raccomandazioni di Sicurezza e molto altro
Leggi anche  ITbrain offre ora la protezione proattiva per ransomware e anti-malware per Outlook

Ecco alcune immagini pubblicate da Walid, uno sviluppatore Microsoft, che è riuscito a provare l’app in anteprima:

Probabilmente il test ufficiale inizierà nei prossimi mesi nei canali Insider dedicati a Windows 11 e Windows 10.

Alvise C.

Alvise C.

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.