Microsoft chiarisce i requisiti di sistema di Windows 11

Microsoft chiarisce i requisiti di sistema di Windows 11

Appena fu annunciato WIndows 11 i requisiti del sistema fecero scalpore, oggi alcuni rappresentanti Microsoft in un briefing con The Verge e WindowsCentral, hanno chiarito alcuni aspetti, introducendo alcune interessanti novità, oltre a pubblicare un articolo dedicato.

Quali sono i requisiti ufficiali di Windows 11?

I requisiti di Windows 11, vogliamo ricordarlo, al momento del lancio erano:

– CPU da 1Ghz con almeno 2 core
– 4 Gb di memoria RAM
– 64 Gb di spazio archiviazione presente nel sistema
– UEFI e Secure Boot presenti ed abilitati
– Chip TPM 2.0
– Scheda video compatibile con la DirectX 12+ e driver WDDM 2.0

Attualmente Microsoft, grazie al briefing indicato sopra, ha suggerito che non impedirà l’installazione pulita del sistema in presenza di CPU non ufficialmente supportati e presenti nella lista delle CPU compatibili.

Leggi anche  Scoperto attacco verso Office senza l'uso di macro

Ovviamente però Microsoft non potrà garantire in quel caso la stabilità del sistema operativo e la sua completa affidabilità. In una nota aggiuntiva è stato comunicato che gli utenti che hanno aggiornato manualmente a Windows 11 potrebbero NON essere idonei a ricevere aggiornamenti del sistema, quest’ultimo aspetto dovrà comunque esser e chiarito.

The Verge ha richiesto delucidazioni in merito che non sono ancora arrivate.

Questo significa che basterà soddisfare i requisiti minimi qui sotto per poter eseguire un installazione manuale di Windows 11, ovvero scaricando la ISO dal sito web oppure utilizzando strumenti di creazione come il Media Creation Tools o simili.

  • CPU da 1Ghz con almeno 2 core
  • 4 Gb di memoria RAM
  • 64 Gb di spazio archiviazione presente nel sistema

Sintesi, Nuove CPU Supportate

Le principali novità quindi sono che, in presenza di CPU non inserite nella lista ufficiale, sarà possibile eseguire l’installazione di Windows 11, non saranno garantiti però gli aggiornamenti e la stabilità del sistema stesso, anche se come detto questo aspetto rimane da chiarire.

Leggi anche  Satya Nadella descrive Sun Valley come il più significativo aggiornamento degli ultimi 10 anni

Oltre a questo sono stati aggiunti alcuni modelli di CPU alla lista che sono queste:

La serie ZEN 1 di AMD non supporterà, purtroppo, Windows 11, al contrario delle ipotesi che circolavano qualche mese orsono.

Il motivo è che i sistemi che soddisfano i requisiti minimi godono di un esperienza del 99,8% senza crash, invece quelli che NON lo soddisfano hanno avuto il 52% di arresti anomali in più dovuti al kernel, quindi tutto sommato la scelta di Microsoft non sembra inopportuna.

Nuova App PC HealthCheck

Microsoft sta aggiornando quindi l’app dedicata al controllo delle caratteristiche del sistema, in modo che rispecchi le nuove direttive e mostrando più informazioni in merito il mancato passaggio del check.

pc health updated

Infatti ora verrà indicato chiaramente cosa non va con un link alla risorsa correlata al problema, un aiuto in più per risolverlo.

Leggi anche  La versione 1909 di Windows 10 terminerà il supporto a maggio

Condividi questo articolo: