FIX: Impossibile accedere al proprio utente dopo un aggiornamento

FIX: Impossibile accedere al proprio utente dopo un aggiornamento
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo aver aggiornato molto spesso, purtroppo, può capitare di non poter accedere al proprio account, anche se inseriamo la password corretta. Vediamo alcune soluzioni.

Se invece il sistema ha creato un account temporaneo segui qui: Come recuperare il proprio account quando Windows crea un nuovo utente standard di default

Primo step: avvio in provvisoria

La prima cosa da fare in casi del genere è riavviare in modalità provvisoria, come consiglia la stessa Microsoft. Per farlo è necessario premere il tasto SHIFT, nella schermata degli utenti, e premere il pulsante RIAVVIA tenendolo premuto.

Successivamente verranno visualizzate le opzioni di ripristino ove bisognerà seguire questo percorso:

Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate > Impostazioni di avvio 

quindi scegliere la voce Modalità provvisoria con rete. Se nel sistema è presente un antivirus di terze parti con protezione bancaria attivata sarebbe da rimuoverlo, dopo averlo fatto riavviare nuovamente il sistema.

Secondo step: creare un nuovo account dal prompt

Prima di rimuovere l’aggiornamento, che è l’ultima spiaggia, possiamo creare un nuovo utente nel sistema, in modo da potervi accedere e trasferire quindi i dati.

Per farlo bisognerà, sempre dalle Impostazioni di Avvio viste nel primo step, scegliere la voce Modalità provvisoria con prompt dei comandi, dal prompt quindi digitare:

net user “angolo di windows” 12345 /add

Con questo comando viene creato un utente denominato “angolo di windows” con password 12345.

Leggi  Come collegare/scollegare un account Microsoft da Onedrive

Per renderlo amministratore digitare:

net localgroup administrators “angolo di windows” /add

Ora l’account creato è funzionante con privilegi di amministrazione.

Per ulteriori step seguire questo articolo dedicato: Windows: come creare un nuovo account utente

Terzo Step: rimuovere l’aggiornamento problematico

Se riavviando in provvisoria e creando un nuovo account riscontriamo il medesimo problema allora è necessario rimuovere manualmente l’aggiornamento problematico installato PRIMA della manifestazione del problema. A questo riguardo seguire questa video-guida:

Come nascondere l’aggiornamento?

Quarto step: Come nascondere l’aggiornamento

Dopo aver individuato l’aggiornamento problematico dobbiamo impedire che venga reinstallato, per fare questo è utile avvalersi di uno strumento rilasciato da Microsoft che consente di mostrare o nascondere un determinato aggiornamento, infatti dopo averlo avviato basterà cercare e selezionare l’aggiornamento che abbiamo individuato.

In caso di dubbi, leggete attentamente i passaggi e le schermate, altrimenti postate sotto a questo articolo.

Altri articoli correlati:

Vi ricordiamo di seguirci sulla pagina Facebook mettendo Mi piace alla nuova FanPage per restare aggiornati su tutte le news pubblicate all’indirizzo www.facebook.com/angolodiwindows, su Twitter all’indirizzo https://twitter.com/Alvise_C, sul nostro canale YouTube dove troverete molti contenti nell’ambito Hi-Tech, sul nostro sito Web che potete aggiungere ai preferiti e infine d’adesso anche la nuova App che presto sbarcherà sul Play Store.

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: