Avast presenta BreachGuard, il nuovo software per la difesa della privacy online

Tempo di lettura: 2 minuti

BreachGuard offre il monitoraggio del dark web in tempo reale, un servizio di rimozione automatica dei data broker e strumenti per migliorare la privacy online a lungo termine

Avast, leader mondiale della sicurezza informatica, ha annunciato il lancio di Avast BreachGuard, il suo nuovo software per la tutela della privacy su Internet.

Il lancio BreachGuard risponde ad una esigenza di tutela della privacy su Internet ormai fortemente sentita dagli utenti: secondo un sondaggio condotto da Avast, il 63% degli internauti ritiene che le proprie informazioni possano essere vendute sul dark web mentre il 46% teme che i propri dati personali siano esposti a violazioni tramite la connessione a Internet dei propri dispositivi.

Questi timori non sono affatto infondati considerato che, solo nel 2019, ci sono state quasi 1.500 violazioni di dati negli Stati Uniti che hanno esposto a un rischio di furto più di 160 milioni di informazioni sensibili. La privacy online dei consumatori è minata anche dai data broker che, sebbene legali, osservano costantemente il comportamento di navigazione di un utente e utilizzano tali informazioni per indirizzare le persone a scopi pubblicitari e di marketing. Avast BreachGuard fornisce rilevamento, risoluzione, monitoraggio e prevenzione continui per garantire la privacy online degli utenti in ogni momento. Le caratteristiche del prodotto includono:

  • Monitoraggio costante sulla violazione dei dati: Avast BreachGuard esegue automaticamente la scansione del dark web, avvisando immediatamente gli utenti quando le loro informazioni appaiono in un database relativo ad una violazione dei dati. Per ridurre il rischio di furto di identità, gli utenti ricevono consigli su come risolvere il problema e proteggere i propri account.
  • Rimozione dei data broker: attraverso un processo automatizzato, Avast BreachGuard consente agli utenti di recuperare i propri dati personali inviando una richiesta per rimuoverli dai database dei data broker. Ciò potrebbe prevenire conseguenze reali delle violazioni della privacy come la discriminazione dei prezzi in cui, ad esempio, una compagnia di assicurazioni potrebbe aumentare le tariffe in base alla cronologia delle ricerche su Internet.
  • Suggerimenti per impostare la privacy: Avast BreachGuard offre risorse per migliorare la privacy online in modo proattivo, includendo suggerimenti personalizzati per l’ottimizzazione delle impostazioni sulla privacy di servizi molto utilizzati come Facebook e Google. Monitora inoltre gli aggiornamenti delle impostazioni sulla privacy di questi ultimi e avvisa gli utenti delle modifiche che dovrebbero prendere in considerazione in aree come la privacy, la condivisione e la posizione.
  • Pannello di controllo per monitoraggio risultati ottenuti: Avast BreachGuard include un pannello di controllo che mostra il punteggio sulla privacy raggiunto da un utente e le aree di miglioramento, simili a un punteggio di credito. Tiene traccia dei progressi sulla privacy e suggerisce cosa fare per migliorare il punteggio.
  • News Feed: Avast BreachGuard include anche un feed di notizie in tempo reale sulle violazioni che si verificano.
Leggi  Windows Insider: i nomi dei canali di Edge anche su Windows?

Avast BreachGuard è disponibile oggi per il download negli Stati Uniti ma sarà disponibile in altri mercati entro la fine dell’anno.

Per ulteriori informazioni su Avast è possibile visitare il sito https://avastav.it/

Elvis
Seguimi
(Visited 12 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!