Proviamo Slim PDF Reader 2

Tempo di lettura: 3 minuti

Ieri vi abbiamo parlato di Able2Extract Professional, sia tramite un articolo che tramite un video. Il video ha mostrato sia punti di forza che di debolezza del programma. In modo simpatico (speriamo) abbiamo compilato un’autodichiarazione da (non) portare con noi in questo periodo definito Fase 2. Indistintamente dal programma utilizzato, non compilate l’autodichiarazione come abbiamo fatto noi, cioè da pazzi. Serviva soltanto a smorzare un po’ questo periodo.

Il programma di cui vi abbiamo parlato ieri permette di creare da zero o di modificare un file PDF. Permette anche di fare una conversione da un qualsiasi formato a PDF o viciversa.

Investich.com PDF Solutions ha sviluppato anche un programma che permette di leggere i file PDF, Slim PDF Reader 2. Andiamo a scoprire in cosa consiste.

Intanto notiamo che all’apertura il programma ci si presenta con un’interfaccia simile a quella di Able2Extract Professional (AP d’ora in poi). Possiamo scegliere il tema, che consiste in un’interfaccia chiara oppure scura. Non possiamo scegliere, invece, la lingua.

Le opzioni del programma sono al minimale. L’idea è di semplificare la vita degli utilizzatori. D’altronde, il programma ha un solo scopo: leggere i file PDF.

Cliccando su Open, l’unica icona inizialmente disponibile fra i menu, potremo aprire un documento. Abbiamo scelto la solita autodichiarazione dell’utente pazzo.

Ricordate che riuscivamo a vedere quanto scritto nel primo riquadro? Ora si riesce a leggere, scoprendo che abbiamo sbagliato a compilare il cognome. Il nostro amico non si chiama Italo Sano (come avevamo fatto intendere nel video) ma Italo sdao. Gli altri form appaiono come sono stati compilati originariamente. Fra l’altro, avendo protetto il file con una password, abbiamo dovuto inserire anche questa perché si aprisse.

Leggi  MuseScore, spartito, MIDI & affini

Nonostante il programma sia un lettore di PDF, possiamo comunque intervenire nei form compilabili. Inoltre, come si può notare nella figura, a destra è presente una sezione denominata Annotations.

In meno di due minuti abbiamo inserito alcune annotazioni. Per esempio, abbiamo inserito l’approvazione dell’Operatore di Polizia, evidenziato la sezione della firma. Si vede poco, ma è presente una firma che copre, obliquamente, tutto il documento. Abbiamo aggiunto anche alcuni oggetti cliccabili qua e là nel documento.

Potete scaricare il file per scoprire sia gli oggetti visibili che quelli invisibili che abbiamo aggiunto al documento.

Anche se il programma non è stato localizzato né in italiano né in nessun’altra lingua, l’inglese è superfluo. Infatti, sullo schermo appaiono tutte le funzioni essenziali di cui abbiamo bisogno, rendendoci l’uso semplice e immediato. Rispetto AP, questo programma è alla portata di tutti.

Ecco quali sono i suoi punti di forza.

  • L’interfaccia utente è minimale, semplice e immediata. È anche personalizzabile, grazie ai suoi due temi (chiaro e scuro)
  • Slim PDF Reader 2 è multipiattaforma. Al momento è disponibile per Windows, Mac e Linux. Non escludiamo che lo sviluppatore possa rilasciare una versione anche per i dispositivi mobili.
  • Offre una gamma completa di strumenti di annotazione avanzati e personalizzabili.
  • Permette di compilare i documenti PDF in modo veloce, aggiungendo e verificando la firma.
  • Occupa meno spazio di Adobe Reader (o Acrobat Reader). Il programma di Adobe occupa circa 350 MB, mentre Slim PDF Reader 2 ne richiede solo 15!

Potete scaricarlo gratuitamente seguendo il seguente link.

(Visited 28 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!