Il cinema ha imparato dai videogiochi?

Il cinema ha imparato dai videogiochi?
Tempo di lettura: 4 minuti

Il mondo dei videogiochi e il mondo del cinema spesso si sono scambiati idee, personaggi, storie e molto altro. Ogni tanto esce un nuovo film basato su un videogioco oppure un videogioco tratto da un film. Di solito, purtroppo, i film tratti dai film si dimostrano dei flop, mentre i videogiochi tratti dai film spesso sono episodi aggiuntivi alle narrazioni per il grande schermo.

Da circa un anno, però, sembra che i videogiochi abbiano iniziato a insegnare al cinema un nuovo sistema per la distribuzione dei nuovi film. Stiamo parlando del rimandare l’uscita di un titolo. In questo articolo menzioneremo cinque esempi, tutti quanti legati al mondo videoludico e, almeno in parte, a quello cinematografico.

Duke Nukem

Duke Nukem è una serie videoludica nata nel 1991 con il primo titolo. Si tratta di un Platform il cui protagonista non solo dà il nome alla serie, ma è lo stesso di un personaggio di una serie animata (alla quale, però, non è legato; si tratta di omonimia artistica).

Negli anni successivi uscirono Duke Nukem II (1993) e, in seguito, Duke Nukem 3D (1996). Nel 1997 fu annunciato un nuovo titolo della serie, Duke Nukem Forever, che arrivò nel 2011. Perché 15 anni di attesa? A causa di diversi problemi legati allo sviluppatore, alla tecnologia hardware, ecc. Infatti, 3D Realms, lo sviluppatore, aveva programmato un nuovo videogioco con il motore grafico “sbagliato”: sarebbe dovuto essere quello di Quake II della ID Software, ma utilizzò il motore del primo Quake. Nel frattempo arrivò Unreal e il suo motore grafico.

Leggi  Ecco i titoli regalati da Twitсh questo mese

Poi lo sviluppatore fu sostituito da un altro. Nel frattempo, fra sistemi operativi e hardware nuovi, i lavori di programmazione dovettero ricominciare. In un modo o nell’altro, alla fine Duke Nukem Forever arrivò.

Half Life

Il film documentario Half Life uscì nel 1985. La trama? Le conseguenze dei test nucleari. Nel 1998 arrivò il videogioco omonimo che sfruttò la stessa trama. Nel 2004 arrivò il seguito. Sfruttando lo stesso motore grafico, furono rilasciati i due Portal. Inoltre, la Valve Corporation, con l’idea di distribuire non solo questi videogiochi, ma anche il successivo Half Life 3, sviluppò una piattaforma: Steam. A oggi, HL3 non è ancora arrivato, anche se, nel frattempo e proprio quest’anno, è arrivato Half Life: Alyx. Inoltre, è stato annunciato anche Half Life 4.

Dungeon Keeper

Si tratta di una serie gestionale fantasy in cui si gestisce l’economia di un Dungeon, cioè di una cava-prigione piena di esseri mostruosi da addestrare per avanzare di livello in livello. Il primo titolo uscì nel 1997. Nel 2000 arrivò il secondo titolo, migliorato graficamente ma con la stessa trama del primo. Nei menu del gioco era presente il trailer di DK3.

Il terzo titolo della serie non è mai uscita. Al momento dovrebbe essere il videogioco annunciato e mai uscito che si aspetta da più tempo: ben 20 anni! Comunque, altri sviluppatori hanno rilasciato videogiochi dalla stessa trama e con gli stessi elementi grafici: War of the Overlord (2015) e la serie Dungeons.

Nel 2010, comunque, è uscito un terzo titolo ufficiale: Dungeon Keeper. Si tratta di una versione per i dispositivi mobili odiato in pratica da tutti i fan.

Leggi  Lo chiamavano ... Terence

Questo è l’unico videogioco citato in quest’articolo che non ha collegamenti ufficiali con il cinema.

Sonic

Questa serie di videogiochi nacque nel 1991. I titoli usciti negli ultimi 19 30 anni circa sono davvero tanti. A questa serie sono legati manga, fumetti, serie animate, cortometraggi (di animazione), giochi da tavolo e due film. Il primo film, di animazione, è del 1996.

Il secondo film sarebbe dovuto uscire nel 2019. Quando i fan hanno visto i trailer si sono ribellati, perché il design del protagonista non richiamava per niente Sonic. Questo spinse la produzione a ritirare il film dalla distribuzione e rifare tutte le scene in cui compare Sonic (in sostanza a rifare un po’ tutto il film).

Il film è uscito qualche giorno prima che iniziasse la pandemia del nuovo coronavirus (COVID-19). A causa di ciò, è stato nuovamente ritirato dalla distribuzione. Sembra che il film sarà riproposto fra qualche mese: Infanto, però, è già stati resi disponibile nella distribuzione per l’Home Video.

007 — James Bond

Finalmente arriviamo alla saga cinematografica che ci ha spinto a realizzare questo articolo. Stiamo parlando di una serie di film che ha superato i 50 anni. Durante il mese di aprile sarebbe dovuto arrivare il 25° titolo della serie ma, come ricorderete è stato spostato a novembre a causa del coronavirus.

Purtroppo i produttori di No Time To Die hanno comunicato che stanno valutando di rimandarlo direttamente al prossimo anno, in una data ancora da decidere. Desiderano permettere ai fan della serie cinematografica di essere tutti presenti nei cinema. Prevedono, infatti, di riempire le sale cinematografiche, cosa non fattibile al momento.

Leggi  Il mondo dello streaming: Disney+

A proposito, anche a 007 sono stati dedicati alcuni videogiochi. Fra l’altro, nel 23° episodio della saga, Skyfall, è presente un omaggio a essi, ufficializzando quindi i titoli videoludici nella saga dei 25 film.

Quando il cinema imita il mondo videoludico

Molti film che sarebbero dovuti uscire in questo periodo primaverile sono stati rimandati a date future e incerte. Sembra che in molti casi accadrà come ai videogiochi: saranno rimandate le uscite.

Che dire dei film meno importanti, cioè di quei titoli che attirano poche persone nei cinema? Alcuni di questi sono già in fase distributiva sul Web. Ironia della sorte, molti film horror appena usciti sono stati distribuiti gratuitamente su YouTube o altre piattaforme. Non c’erano titoli più soft, visto il periodo?

Giovanni Correddu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: