A cosa serve l’utente defaultuser100000 e posso eliminarlo?

Tempo di lettura: 2 minuti

Aprendo la cartella Utenti o Users possiamo vedere alcune nuove cartelle di cui non conosciamo da chi sono state create o di cui non ne sappiamo l’utilità. Vediamo in che circostanze vengono create queste cartelle e se possiamo eliminarle.

Quando viene creata la cartella DefaultuserXXXXXXX?

Ci sono molteplici situazioni in cui Windows crea degli utenti temporanei o di sistema per completare alcune operazioni.

Spesso queste cartelle (spesso associate con profili utente di sistema) possono esser create in caso di:

  • aggiornamenti di sistema
  • installazione di funzionalità aggiuntive di Windows
  • avvio di una procedura di ripristino della password o del PIN
  • relazione con l’abilitazione dell’account Default

Può capitare, comunque, che queste cartelle NON contengano alcun dato oppure, in altri casi, che ci sia un profilo utente completo nelle cui cartelle, però, non ci sarà comunque alcun dato.

Solitamente occupano poco spazio su disco e la situazione attuale del sistema può esser controllata applicando una determinata procedura, vediamo quale.

Come verificare la situazione attuale del sistema?

Per farlo premere i pulsanti WIN + R e digitare

 lusrmgr.msc 
Verifichiamo gli account presenti nel sistema
Verifichiamo gli account presenti nel sistema

Potremmo vedere una schermata simile a questa, se vediamo una freccia verso il basso nell’icona di un utente vuol dire che quel profilo è disabilitato.

Come nella figura sopra vuol dire che non vi è correlazione con l’account Default visto che risulta disabilitato.

Questo vuol dire che la cartella è stata creata dal sistema ed è gestita da esso, per questo NON è consigliato eliminarla.

Elvis
Seguimi
(Visited 119 times, 1 visits today)
Leggi  Come mostrare i secondi nella taskbar di Windows 10

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!