Come configurare Windows Defender per una protezione massima

Tempo di lettura: 2 minuti

Windows Defender è un ottimo antivirus integrato in Windows 10, però con i dovuti accorgimenti e modifiche può garantire una protezione elevata. Vediamo come fare

Configure Defender

Prima di usare lo strumento, consigliamo la creazione di un punto di arresto del sistema: Creare un punto di ripristino del sistema

Per una interazione veloce, senza andar ad impostare manualmente ogni voce, possiamo avvalerci dello strumento Configure Defender (Progetto Github).

Vediamo alcune schermate:

Da questo strumento NON è possibile interagire con la protezione in tempo reale, in aggiunta è possibile modificare molte altre opzioni come:

  • Protezione verso software PUA (Potenzialmente indesiderati)
  • Aumentare la protezione Cloud
  • Cambiare la quantità di CPU usata durante le scansioni
  • Aumentare la protezione Smartscreen in diversi ambiti

Modificare le impostazioni di Exploit Guard come:

  • Bloccare contenuti eseguibili da email e webmail
  • Bloccare l’esecuzione di script offuscati
  • Bloccare il furto di credenziali dal file lsass.exe
  • Bloccare l’esecuzione di processi non firmati o non sicuri da chiavette USB
  • Usare la protezione avanzate contro i ransomware

E’ possibile inoltre aumentare la protezione di rete e l’accesso controllato, protezione sempre contro i ransomware.

E’ possibile anche impostare automaticamente la protezione al massimo cliccando sulla voce MAX. Consigliamo di prestare attenzione a quali voce vengono abilitate, infatti alcune applicazioni non potrebbero funzionare correttamente come ad esempio bloccare la creazione di processi figli in Adobe o in Office.

Ecco il download dello strumento:

Elvis
Seguimi
(Visited 224 times, 1 visits today)
Leggi  FIX: Problema di reimpostazione Windows 10

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!