Come aggiornare a Windows 10 gratis (anche nel 2019)

Come aggiornare a Windows 10 gratis (anche nel 2019)

Siamo forse diventati matti? NO! E’ ancora possibile aggiornare gratis a Windows 10 ancora nel 2019 partendo da un sistema come Windows 7 oppure Windows 8/8.1, ora vi diciamo come.

Aggiornare da Windows 7 e Windows 8

Il passaggio gratuito al nuovo sistema operativo Microsoft  è terminato ufficialmente il 19 luglio 2016,  lo strumento dedicato all’upgrade ovviamente è stato rimosso. 

Anche nel 2021 è possibile aggiornare gratis a Windows 10. Leggi qui: Aggiornare gratis a Windows 10 (da Windows 7) è ancora valido

Ma è rimasto disponibile ed aggiornato nel tempo lo strumento Media Creation Tools

Proprio con questo strumento partendo da Windows 7 o Windows 8/8.1 è ancora possibile aggiornare gratuitamente a Windows 10, lo abbiamo provato. 

I requisiti sono il possesso di una licenza regolarmente acquistata ed attivata di Windows 7 / 8 e di un account Microsoft valido

Leggi anche  Come bloccare il porno nel nostro computer?

E’ possibile, inoltre, installare Windows 10 con un installazione pulita creando una ISO con la versione di Windows 10 corrispondente alla licenza attivata nel sistema:

ad esempio per Windows 7 Home Premium, Basic e Starter o Windows 8 “liscio” corrisponderà Windows 10 Home.

invece per Windows 7 Professional, Ultimate o Windows 8 Pro corrisponderà Windows 10 Professional.

Per usufruire di questa procedura correttamente è necessario che la licenza si tipo RETAIL e NON OEM.

Vuoi aggiornare da “smanettone”? Puoi farlo con uno script dal prompt, leggi qui: Come aggiornare gratis a Windows 10 con uno script

Abbiamo preparato un video che mostra i passaggi di upgrade:

Non dimenticate di iscrivervi al nostro canale Youtube! 

In alternativa ci sono altri metodi per avere Windows 10 gratuitamente.

Aggiornare con l’assistente aggiornamento Windows 10

In alternativa è possibile usare l’assistente aggiornamento Windows 10 scaricandolo da qui, successivamente basta eseguire il file scaricato (denominato Windows10Upgrada9252.exe) e, quando richiesto, cliccare sul pulsante “Aggiorna“: in questo modo si avrà il sistema operativo regolarmente installato ed attivato.

Leggi anche  Risoluzione problemi durante installazione Windows 10 April 2018 Update

Aderire al programma Windows Insider per avere Windows 10 Gratis

Un altro metodo possibile per avere Windows 10 gratuitamente è aderire al programma Windows Insider, ovvero quel programma lanciato da Microsoft che permette di testare in anteprima le release future del sistema operativo.

Attualmente, ad esempio, è in fase di test la versione 19H1 che sarà rilasciata il prossimo aprile.

Per questo motivo, però, non consigliamo di aderire al programma in caso di computer destinati alla produzione o all’uso quotidiano, visto che si tratta di versione non complete e con possibili problemi/vulnerabilità o instabilità del sistema.

Per aderire è necessario installare Windows 10 usando il consueto strumento Media Creation, quindi dopo l’installazione (e dopo non aver inserito alcun Product Key) basterà andare in:

Impostazioni > Aggiornamento e Sicurezza > Programma Windows Insider

Selezionare il proprio account e poi scegliere il ramo che si desidera, per avere release più stabili consigliamo di scegliere LENTO.

Leggi anche  Come attivare Windows Defender Application Guard in MS Edge

In aggiunta per poter continuare ad usufruire di Windows 10 sarà necessario installare regolarmente le build rilasciate da Microsoft attraverso Windows Update.

Alvise C.

Alvise C.

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue. Per info: [email protected]

Lascia un commento