CB01, Altadefinizione e molti altri portali di streaming oscurati dalla GdF

La Guardia di Finanza ha condotto un operazione anti-pirateria che ha portato all’oscuramento di quattro portali di streaming on-line tra i più famosi in italia. Non è la prima operazione, ma l’ennesima di una lunga serie che ha come obiettivo la lotta alla pirateria.

Altadefinizione, cb01, Eurostreaming e Guardaserie sono stati oscurati e risultano non più raggiungibili. Sembra però che alcuni tra questi siano già tornati online dopo aver cambiato leggermente il dominio. 

E’ una lotta continua quella contro la pirateria che negli ultimi tempi si fa più serrata, e si può dire che non manca l’offerta di servizi online a basso costo come Netflix per la parte serie TV/film e tanti servizi di streaming musicale come Spotify e molti altri che offrono all’utente la possibilità di fruire di contenuti ad alta qualità audio-visiva con una piccola spesa mensile.

Ad

D’altra parte riuscire a vedere film in uno di questi siti può essere un impresa: tra pubblicità, banner e finestre che si aprono continuamente bisogna aspettare qualche minuto per fruire del prodotto che, molto spesso, non è di altissima qualità.

Vedremo come si evolverà la situazione, aggiorneremo l’articolo in caso di nuove notizie in merito.

Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 880 times, 1 visits today)
Ad
Leggi  4,6 milioni di italiani guardano eventi sportivi piratati

1 comment on “CB01, Altadefinizione e molti altri portali di streaming oscurati dalla GdF

  1. zeynrpnc

    Talmente oscurati che si vedono ancora alla grande…
    Ah quanto tempo perso dai solerti finanzieri italioti che potrebbero recuperare più soldi evasi solamente “visitando” le fabbriche cinesi.
    Ritenta, sarai più fortunato.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *