Al bar con le monete virtuali

Al bar con le monete virtuali

I clienti di Starbucks potranno pagare per un caffè con le cripto-valute.

La compagnia americana che vende caffè e l’omonima catena di caffetterie Starbucks vuole accettare il pagamento dei suoi prodotti tramite le cripto-valute. Tuttavia, secondo i suoi rappresentanti, il metodo di pagamento sarà “indiretto”: si tratta della conversione automatica della valuta ancor prima del pagamento del caffè.

Nell’ambito del progetto, in collaborazione con MicrosoftIntercontinental Exchange, verrà sviluppata una nuova piattaforma, denominata Bakkt, progettata per archiviare le cripto-valute perché siano scambiate con beni e servizi. Allo stesso tempo, non solo i clienti di Starbucks ma anche altre imprese private potranno utilizzare la piattaforma.

Quando si adegueranno anche i colossi mondiali come McDonald?

Leggi anche  WeChat ha bloccato gli account legati alle cripto-valute

Lascia un commento