Nel 2017 Google ha rimosso oltre 700 mila app maligne

Tempo di lettura: < 1 minuto

Nell’ultimo anno si è visto un incremento di app maligne o infette nel Play Store, dati confermati dalla stessa Google: sono state rimosse oltre 700 mila app, con una media di oltre 2000 app al giorno. 

Machine Learning per identificare le app maligne 

Il Product Manager Andrew Ahn di Android ha riportato alcuni dati che indicano di come il machine learning sia uno dei principali strumenti per identificare all’origine le app maligne, questa AI è stata introdotta grazie alla collaborazione di diversi esperti in materia  e di diversi ricercatori sulla sicurezza. Il servizio Play Protect, invece,  non ha avuto ancora il successo sperato, anche se risulta installato in oltre 2 miliardi di dispositivi.

Ad ogni modo Andrew Ahn afferma che il 99% delle app con contenuti abusivi o offensivi sono state rimosse prima che potessero esser disponibili al download agli utenti. 

I tipi di app rimosse

La maggior parte delle app rimosse sono copie di app famose come ad esempio il finto Whatsapp scaricato oltre 1 milione di volte prima di esser rimosso, al secondo posto troviamo app con contenuti pornografici, violenti ed altre attività illegali. 

Di seguito alcuni articoli inerenti l’argomento:

Elvis
Seguimi
(Visited 48 times, 1 visits today)
Leggi  OnePlus: Individuata app di diagnostica pre-installata che permette il root senza sblocco del bootloader

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!