Come bloccare il porno nel nostro computer?

Come bloccare il porno nel nostro computer?
Tempo di lettura: 4 minuti

In questo articolo vedremo alcuni metodi per bloccare la navigazione verso domini con contenuti pornografici o vietati ai minori di 18 anni. Queste procedure sono certamente utili per quei genitori che vogliono impedire ai propri familiari minorenni o altri la navigazione in codesti siti. Vediamo che metodi possiamo usare:

Usando una protezione Internet Security 

Molti prodotti di sicurezza commerciali, nelle versioni più avanzate come la Internet Security, offrono la funzionalità Parental Control: questa, attivabile e largamente configurabile, permette di impostare gli utenti, tempo e modalità di connessione ad internet.

Ad esempio con il prodotto Kaspersky Internet Security (qui trovate alcune interessanti offerte da €26) c’è la possibilità di impostare il tempo di utilizzo del computer, ad esempio solo in una determinata fascia oraria, ed impostare la navigazione solo in siti sicuri, escludendo i siti non sicuri in base alle categorie disponibili. 

Attraverso il software K9 Web Protection

Un ottimo software, però non aggiornato da qualche tempo, è K9 Web Protection: questo è un programma che va installato nel sistema operativo, impostato con un indirizzo email e la relativa password.

Infatti durante il procedimento di installazione, oltre al codice di licenza che riceveremo in fase di download, ci verrà richiesto di creare una password K9 administrator, una volta terminata la procedura potremmo aprire la voce Setup di K9, quindi andare sulla voce Categorie Web da bloccare o Web Categories to block 

Leggi  Scorciatorie da tastiera per Microsoft Edge

Dopo questo, la navigazione verso i siti impostati sarà bloccata. Ovviamente è utile usare password complesse e non troppo semplici, altrimenti le impostazioni potrebbero esser modificate facilmente.

Installando dei componenti aggiuntivi nel browser

Ci sono tantissimi componenti aggiuntivi utili allo scopo e disponibili per i maggiori browser in commercio. Oltre alle app dedicate di K9, possiamo trovare le seguenti, divise per tipo di browser:

Plug-in compatibile e disponibile con i maggiori browser:

Adult blocker offre componenti aggiuntivi per Chrome, Firefox ed Opera: dal facile utilizzo, consente di impostare delle liste black e white ove inserire ulteriori domini da bloccare o da consentire, il tutto protetto da password.

Google Chrome

 
Bloccante porno: componente aggiuntivo semplice ed intuitivo, dopo l’installazione bloccherà in autonomia contenuti pornografici, purtroppo NON è configurabile quindi per questo motivo risulta limitante.
 
 
 
 

Controllo Genitori – Blocker dei porno:anche questo blocca in autonomia i domini contenenti pornografia, anche in questo caso i contenuti vengono bloccati in autonomia, non configurabile ma svolge bene il suo lavoro.

 

 

Easy Porn Blocker: impostabile tramite le opzioni dedicate, anche questo blocca  la navigazione  e mostra una pagina bianca. 

 

Mozilla Firefox 

 

Porn / Malware Blocker: plug-in che utilizza il controllo dei domini + DNS di norton dedicati alla navigazione sicura. 

FoxFilter – The content filter: ottimo plug-in altamente configurabile tramite keyword, domini e con funzionalità a pagamento aggiuntive. 

 

Opera

 

Stop-IT: componente aggiuntivo capace di bloccare, oltre ai contenuti a luci rosse, anche malware, pagine dannose ecc 

Anti-Porn Policeweb: componente aggiuntivo basato su una lista redatta dallo sviluppatore, blocca la ricerca stessa di termini inerenti il porno oltre a bloccare pagine inerenti malware, ecc

Leggi  Come migliorare la velocità in internet nei sistemi Windows

 

Utilizzando impostazioni DNS personalizzate e sicure

Un ulteriore metodo di blocco è impostare dei DNS che filtrino a monte la navigazione, in passato era possibile farlo tramite OpenDNS, ora purtroppo il servizio è a pagamento. In alternativa è possibile usare i DNS di Norton, accessibili da questo indirizzo

https://dns.norton.com/configurePC.html

Da qui potremo selezionare il grado di protezione, come da immagine:

Modificando le impostazioni di ricerca

Un altro metodo è bloccare i siti abilitando la safe search in Google e Bing, vediamo come:

Google

Dalla voce Impostazioni di ricerca cercare la sezione Filtri SafeSearch, scegliere Attiva, quindi Salva (Bloccare i risultati dai contenuti espliciti su Google con SafeSearch)

Bing

Dalla voce delle impostazioni  sotto la voce Ricerca Sicura scegliere Completa o Moderata quindi fare click su Salva

Questi sono i principali metodi per bloccare la navigazione verso siti a luci rosse o anche verso siti contenenti malware o simili. 

Elvis

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: