Il nuovo Windows 10 S è a prova di ransomware: nessuno in grado di infettarlo

Tempo di lettura: < 1 minuto
Il nuovo sistema operativo Windows 10 S, come afferma la stessa Microsoft, è a prova di ransomware: attualmente non vì è alcun malware/ransomware capace di infettare ed attaccare questo sistema. 
Questo spiegato da molte introduzioni di sicurezza che, di fatto, rendono il sistema più chiuso ma molto più sicuro come ad esempio la possibilità di installare applicazioni SOLO tramite Windows Store; tenendo conto che il sistema è indirizzato verso il settore Educational e Business possiamo dire con certezza che sono limitazioni assolutamente necessarie. 
Inoltre, Microsoft riporta che nessun sistema con Windows 10 Creator Update è risultato infetto al famoso ransomware Wannacry di qualche settimana fa.

Ulteriori implementazioni di sicurezza in Windows 10 S sono:

  • il blocco dei componenti Flash, veicolo troppo spesso di malware, ora infatti bisogna abilitare manualmente l’esecuzione di contenuti Flash
  • protezione cloud integrata e migliorata in Windows Defender spiegata nell’immagine sottostante

Oltre a questo, altre implementazioni sono state introdotto con Windows Defender ATP, versione commerciale per ambienti Business/Enterprise

In merito a questo argomento, interessante notare le accuse mosse da Kaspersky a Microsoft proprio in questo ambito (Kaspersky accusa Microsoft di pratiche scorrette verso i suoi antivirus ).

Per approfondimenti leggere il PDF

Elvis
Seguimi
(Visited 61 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!