Rubare PIN e dati personali solo tramite i sensori dello smartphone

Tempo di lettura: < 1 minuto
Alcune volte sembra di aver a che fare con vera e propria fantascienza, cosa che invece non è: infatti dei ricercatori hanno scoperto un nuovo metodo per usare i molteplici sensori dei nostri dispositivi per carpire informazioni personali e di sicurezza.
Bastarebbe infatti che un malintenzionato inserisca un codice in Javascript in un sito web o in un app mobile per poter accedere a tutti i sensori del dispositivo, cosa possibile visto che solo per il GPS e la fotocamera il sistema richiede la conferma dell’accesso, per i restanti sensori questo avviene automaticamente.
Teniamo presente, inoltre, che potenzialmente questo tipo di attacco potrebbe interessare quasi TUTTI i dispositivi, visto che dei sensori ne è stato fatto largamente uso in questi ultimi anni,
Firefox e iOS sono già corsi ai ripari, imponendo delle restrizioni nei propri browser Firefox e Safari, rimane ancora vulnerabile Google Chrome.
Di seguito un video dimostrativo:

Per approfondimenti: Stealing PINs via mobile sensors: actual risk versus user perception | SpringerLink

Elvis
Seguimi
(Visited 57 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!