L’angolo dell’edicola: Classic Voice

In questo nuovo appuntamento con la rubrica “L’angolo dell’edicola” ci allontaneremo temporaneamente dalle riviste dedicate al mondo informatico e Hi-Tech. Parleremo di una rivista specializzata in musica classica. Scopriremo anche un trucco per acquistare ogni numero a un prezzo più basso rispetto a quello dell’edicola.

La rivista Classic Voice

Classic Voice è una rivista italiana dedicata alla grande musica, nota per la sua popolarità e influenza nel panorama musicale. Fondata con l’obiettivo di avvicinare il pubblico all’arte musicale attraverso un approccio riflessivo all’opera d’arte e al suo contesto storico, Classic Voice ha guadagnato una reputazione come una delle riviste più lette nel suo genere.

La rivista offre non solo articoli informativi ma anche un’esperienza audio attraverso CD allegati, ripresi dai migliori cataloghi discografici. Ogni edizione presenta contenuti vari, inclusi approfondimenti su artisti e interviste esclusive come quella con Francesca Nesler, responsabile della musica classica per Rai Cultura, che svela il dietro le quinte delle produzioni televisive.

Classic Voice non si limita a fornire informazioni nozionistiche sulla storia della musica, ma si impegna a far vivere l’arte musicale attraverso l’ascolto riflessivo, unendo l’opera d’arte al suo contesto storico. La rivista ha una presenza attiva anche sui social media, come la pagina Facebook ufficiale.

I CD

Ogni numero di Classic Voice contiene un album musicale su CD dedicato a un “argomento” o a un artista dell’epoca classica. All’interno della rivista, inoltre, è presente un codice che permette di scaricare un secondo album in più formati audio. Consigliamo il formato Wave.

I CD fisici includono anche un libretto con l’analisi di ogni traccia.

Critica alla qualità della lettura

La rivista Classic Voice esce ogni mese. Contiene news legate alla musica classica (concerti, nuovi album, ecc.), interviste a famosi artisti, biografie. Sono presenti anche recensioni ai nuovi album.

In alcuni casi le pagine sono interattive, ovvero contengono un QR e un link che permettono di ascoltare i brani musicali analizzati negli articoli.

Le recensioni riguardano ogni epoca della musica classica, dalla più antica a quella attuale.

Gli articoli sono sempre dettagliati e precisi. Eppure, spesso difettano nella qualità grammaticale. È difficile trovare una sola riga della rivista priva di errori grammaticali, di digitazione o di impaginazione. Nonostante sia il non plus ultra delle riviste dedicate al mondo musicale, la rivista Classic Voice spesso è poco adatta ai linguisti più puristi.

Trucco per risparmiare sull’acquisto

Se desiderate creare una collezione musicale e non siete interessati alla lettura, esiste un trucco per risparmiare nell’acquisto: acquistare la rivista come arretrato.

Vi consigliamo di visitare il sito www.classicvoice.com 2 volte all’anno, ovvero ogni 6 mesi. Create un account nel sito e mettete nel carrello gli ultimi sei numeri. Se vi accorgete che il CD di un certo numero non vi interessa, ma desiderate i brani inclusi nell’album digitale, inserite nel carrello l’edizione PDF.

Acquistando 6 numeri, pagherete di meno rispetto all’edicola e le spese di spedizione spariranno o saranno trascurabili.

Non appena potrete accedere al file PDF, cercate la pagina con il codice dei file audio digitali per accedere al loro download.

Articoli Correlati

BitLocker è veramente sicuro? Ecco 4 pro e contro

FIX DXGI_ERROR_DEVICE_REMOVED in Windows

FIX RESULT_CODE_KILLED_BAD_MESSAGE in Edge