Home News Windows: Come preparare il sistema all’aggiornamento 22H2

Windows: Come preparare il sistema all’aggiornamento 22H2

da Alvise C.
Pubblicato: Aggiornato il: 0 commenti 10 minuti Leggi

L’aggiornamento 22H2, tanto agognato da diversi mesi, è in fase di distribuzione da parte di Microsoft, come annunciato da Panos Panay su Twitter.

Vediamo quali sono i passaggi per preparare al meglio il sistema all’installazione di questo importante aggiornamento Windows 11 22H2.

Vediamo alcuni passaggi per preparare al meglio il sistema all’installazione dell’aggiornamento 22H2

10 minuti

Il mio sistema è compatibile?

Come abbiamo detto i feature update sono dei veri e propri nuovi sistemi operativi, molte funzionalità infatti vengono introdotte con questi aggiornamenti.

La prima cosa da verificare, quindi, è controllare che il produttore del nostro notebook/desktop (scheda madre ecc per pc fissi assemblati) abbia rilasciato driver ufficialmente compatibili con la nuova versione di Windows 10.

Problemi durante l’installazione? Leggi qui Come scoprire cosa blocca un feature update in Windows 10 con setupdiag

Spesso può bastare anche una dichiarazione del produttore che ne attesta la piena compatibilità.

Ecco un articolo dedicato per controllare la compatibilità del proprio hardware:

https://angolodiwindows.com/2017/11/controllare-computer-compatibile-windows-10

Se il sistema è compatibile, possiamo proseguire con la preparazione del sistema.

Escludiamo interferenze di terze parti

Uno dei primi passaggi dopo la compatibilità è la rimozione o disabilitazione di applicazioni che potrebbero interferire con i processi di aggiornamento.

A questo riguardo è fondamentale applicare e mantenere un avvio pulito seguendo questo articolo:

https://angolodiwindows.com/2018/08/come-applicare-un-avvio-pulito-in-windows

Disabilitiamo l’antivirus di terze parti

Oltre a questo è buona cosa rimuovere eventuali software antivirus di terze parti installati, per il motivo che questo tipo di software possono bloccare o rallentare di molto l’aggiornamento del sistema.

Se dopo aver disabilitato l’antivirus riscontriamo ancora problemi o errori, procedere con la sua rimozione. Prima è opportuno accertarsi di avere a portata di mano l’eventuale codice di attivazione per la successiva re-installazione.

Seguire le pagine di supporto per tipo di antivirus in merito la disabilitazione o rimozione del prodotto:

McAfee
ESET NOD32
Kaspersky
Avast
AVG
Trend Micro
Bitdefender
Webroot Secure Anywhere
F-Secure
Panda
Comodo

E lo spazio libero?

Come capire cosa occupa spazio su disco?

In aggiunta è utile controllare di avere spazio disponibile sufficiente per l’installazione dell’aggiornamento. Per non incorrere in nessun problema è consigliato avere tra i 10 ed i 17 GB disponibili, eventuali unità USB rimovibili possono esser usate dal processo d’installazione per l’installazione.

Non sai come funziona il processo di aggiornamento? Leggi qui
Come funziona il processo di aggiornamento di Windows 10?

Durante il processo d’installazione, dopo aver scaricato i file, è consigliabile scollegarsi da internet: staccando il cavo o disconnettendosi dalla rete wifi. Altri passaggi possono esser la rimozione o disabilitazione di periferiche connesse via USB come stampanti, scanner, ecc.

Ora, pensiamo ad installare l’aggiornamento, abbiamo preparato un articolo che spiega i passaggi per l’installazione:

Non perdere questi contenuti:

Lascia un commento