Home Windows 11 Bitlocker chiede una chiave di ripristino dopo l’installazione della KB5012170

Bitlocker chiede una chiave di ripristino dopo l’installazione della KB5012170

da Alvise C.
Pubblicato: Aggiornato il: 0 commenti 10 Minuti Leggi

Avviando il sistema, improvvisamente, vediamo la schermata di richiesta Chiave di BitLocker: panico totale! Niente paura, vediamo quali sono le cause e come poter risolvere il problema.

Il problema è della KB5012170, un aggiornamento di sicurezza

Microsoft ha rilasciato un aggiornamento di sicurezza che va a correggere una vulnerabilità che permetteva ad un malware di bypassare il Secure Boot di Windows riuscendo così ad infettare il sistema.

L’aggiornamento è stato rilasciato con i consueti rilasci del secondo martedì di agosto.

Con questa nuova implementazione di sicurezza, nei loader ove c’era la vulnerabilità, ha aggiunto dei certificati contenenti l’elenco di revoche UEFI, impedendone l’uso per avviare il sistema.

In alcuni sistemi, l’aggiornamento non si installa restituendo l’errore 0x800f0922 negli altri ove si installa, invece, viene reso impossibile l’avvio del sistema.

Infatti al riavvio può esser mostrata la schermata di Recovery di Bitlocker, simile a questa:

KB5012170 crea problemi con Bitlocker chiedendo la key di accesso

Come risolvere?

In presenza di questa schermata possiamo procedere in due strade:

  • Recuperare la chiave di ripristino
  • Aggiornare il bios UEFI del notebook/desktop

Recuperare la chiave di ripristino

Per recuperare la chiave è possibile cercare in diversi posti come nel nostro account Microsoft o in un immagine salvata, a questo riguardo leggere attentamente qui e questo articolo dedicato.

Aggiornare il bios UEFI del notebook/desktop

In questo caso bisogna verificare il sito di supporto del proprio notebook o pc desktop per scaricare eventuali firmware aggiornati.

Ricordiamo che l’aggiornamento del BIOS / UEFI è una operazione che va gestita correttamente, infatti se qualcosa dovesse andar storto si complicherebbe di molto il ripristino del sistema; in caso di dubbi rivolgetevi ad un centro assistenza dedicato o ad un amico esperto.

Volendo proseguire, invece, è necessario seguire le linee guida suggerite per i driver, scaricando solo da fonti ufficiali e sicure.

In altri sistemi è stato riportato che il mancato avvio era dovuto al cambio dell’impostazione per il controller S-ATA, impostato in modalità RAID e non AHCI (basta cambiarlo dal BIOS).

Via: BL

Non perdere questi contenuti:

Lascia un commento