Come pulire il nostro smartphone che potrebbe contenere batteri quanto un water

Tempo di lettura: 2 minuti

Nei tempi di emergenza del COVID-19 (Coronavirus) è sicuramente importante prestare attenzione anche alla pulizia dei dispositivi elettronici che usiamo, come ad esempio gli smartphone.

Smartphone: sporchi quanto un water ma con più batteri

Avete letto bene, secondo uno studio condotto dall’università della California del Sud, nello smartphone possono esserci, in media, dai 10 ai 12 tipi di batteri o funghi (nel water sono fino a 3 tipi).

Lo smartphone può esser, in media, 7 volte più sporco di un water
Lo smartphone può esser, in media, 7 volte più sporco di un water

Certo, il COVID-19 non si trasmette attraverso le superfici, anche se può sopravvivere sulle superfici per alcune ore, in aggiunta si può dire che un po’ di pulizia aggiuntiva non guasta mai.

Vediamo cosa usare per pulire lo smartphone

No prodotti aggressivi: solo prodotti dedicati

Usare prodotti a base di alcool o, addirittura, di candeggina non è assolutamente consigliato in quanto potrebbero danneggiare irrimediabilmente lo smartphone.

Vediamo cosa può occorrere:

Come abbiamo visto è essenziale avere uno o più panni in microfibra, indicati particolarmente per la pulizia di superfici delicate come quelle dello smartphone o anche display e TV in generale.

Esempio di panni in microfibra
Esempio di panni in microfibra

In coppia con il panno è consigliato usare dei detergenti dedicati alla pulizia di display, TV e smartphone, spruzzando il detergente sul panno procedendo ad una pulizia delicata in senso rotatorio.

Per eventuali fori o giunture è possibile usare dei cotton fioc o spazzolini con setole morbide, evitando di inumidire troppo queste parti.

Per procedere alla pulizia è obbligatorio spegnere completamente il dispositivo e scollegare qualsiasi accessorio collegato ad esso.

Di seguito le procedure ufficiali pubblicate per sistemi Google e iOS:

Elvis
Seguimi
(Visited 347 times, 1 visits today)
Leggi  Come capire cosa occupa spazio su disco?

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!