Come aggiornare a Windows 10 Maggio 2019 Update

Come aggiornare a Windows 10 Maggio 2019 Update

Dopo tanto tempo dall’annuncio e dai test eseguiti nel programma Insider, l’aggiornamento Maggio 2019 di Windows 10 è disponibile. Vediamo come aggiornare a Windows 10 Maggio 2019 Update (versione 1903).

Leggi tutte le novità di questo aggiornamento:

Ad

Windows 10 Maggio 2019 Update: ecco tutte le novità

Come aggiornare a Windows 10 Maggio 2019 Update?

Divideremo i procedimenti in una fase PRE-Installazione, ove prepariamo il sistema per andar ad installare questa nuova versione di Windows 10, dopo di che vedremo 3 metodi diversi per installare Windows 10 Maggio 2019 Update mantenendo i nostri dati e gli applicativi installati.

Cosa fare prima di aggiornare

La prima cosa da fare è verificare che il proprio hardware sia pienamente compatibile con la nuova versione di Windows 10, per questo motivo è utile controllare il sito di supporto del produttore del notebook o della scheda madre seguendo le indicazioni di questo articolo

Come controllare se il nostro computer è compatibile con Windows 10? 

Una volta accertata la compatibilità, è buona cosa preparare il sistema all’aggiornamento, quindi va eseguito e mantenuto un avvio pulito del sistema, quindi considerando che si tratta comunque di un operazione delicata, va eseguita e creata un immagine di sistema in un disco esterno, di seguito alcune risorse utili:

Come creare un immagine di sistema in Windows 10

Se riscontriamo dei problemi, errori o quant’altro in fase di aggiornamento, leggi questo articolo, valido per tutte le versioni di Windows 10 

Leggi  Come avere informazioni dettagliate sul nostro hardware

Consigli PRE e POST installazione di Windows 10 / Windows 10 Fall Creators Update

Ora vediamo i vari metodi per aggiornare:

Come aggiornare tramite Windows Update

Prima di poter installare l’aggiornamento tramite Windows Update è necessario accertarsi che sia installata la KB4497934, l’ultimo aggiornamento cumulativo. Per installarla è possibile usare WIndows Update oppure scaricare manualmente i pacchetti direttamente dal catalogo update di Microsoft.

Da Start > Impostazioni > Aggiornamento e Sicurezza > aprire Windows Update > lanciare una ricerca, verrà proposto l’aggiornamento: basterà scegliere INSTALLA e seguire le istruzioni che verranno proposte dopo alcuni riavvii.

Ovviamente ricordiamo che potrebbe non esser disponibile da subito in Windows Update, in quanto Microsoft sta rilasciando gradualmente l’aggiornamento agli utenti.

Per questo motivo vediamo altri metodi di aggiornamento.

Come aggiornare tramite l’Assistente all’aggiornamento 

  • Scaricare l’assistente dal sito ufficiale Microsoft: Assistente Aggiornamento Windows 10
  • Avviare il file scaricato Windows10Upgrade.exe e scegliere Aggiorna ora 
  • Cliccare su Avanti e Riavvia ora. Al termine seguire le indicazioni a video.

Con questa operazione vengono mantenuti i file e gli applicativi installati, è sempre consigliabile creare un immagine di sistema, come indicato ad inizio articolo.

Come aggiornare con il Media Creation Tool 

  • Scaricare il Media Creation Tool dal sito ufficiale Microsoft : Media Creation Tools
  • Avviare il file scaricato MediaCreationTool1903.exe, cliccare su Accetta nella prima schermata
  • scegliere la voce Aggiorna Ora
  • quando richiesto scegliere Mantieni App e File Personali, accertarsi sia selezionata altrimenti potremmo perdere TUTTI i nostri dati e i nostri applicativi installati 

Lo strumento Media Creation si può inoltre usare per creare un supporto ottico per eseguire un installazione pulita al sistema o per eseguire l’installazione in un altro computer. 

Leggi  FIX: come fare il reset della cache di rete in Google Chrome (e Microsoft Edge)
Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 406 times, 1 visits today)
Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *