Dovrei comprare Office 365 o Office 2019? Le differenze

Il pacchetto Office ha subito evoluzioni importanti negli ultimi anni, andando a creare due tipi ben distinti di pacchetti applicativi. Questo può creare confusione per quei utenti che non hanno ben chiaro la differenza fra Office 365 e Office 2019.

Vediamo che differenze ci sono e quale conviene acquistare

La licenza

La prima differenza fra i due prodotti è proprio la licenza d’uso o la modalità d’acquisto: Office 2019 infatti offre una licenza “una tantum” ovvero si paga una volta e si ha la licenza senza limiti temporali di scadenza.

Ad

Le versioni incluse in questo tipo di licenza sono quelle più conosciute, ovvero Office Professional, Home and Business o Professional Plus.

Office 365 invece offre una sorta di abbonamento che può essere mensile o annuale, cosa che comporta numerosi benefici rispetto alla versione “tradizionale”.

Quali sono i vantaggi di Office 365?

Nello specifico vediamo che vantaggi ci sono:

  • utilizzabile da più utenti (nella versione 365 Home)
  • multi piattaforma: iOS, PC e Android
  • applicazioni sempre aggiornate all’ultima release
  • 1 TB di spazio disponibile in OneDrive

Invece Office 365 per aziende offre addirittura fino a 5 installazioni per utente (che siano PC, Mac o Android). Nel caso delle licenze aziendali il pagamento s’intende annuale, mentre per quelle domestiche è sia mensile che annuale.

Office 2019, quindi, è sicuramente più limitato in termini di aggiornamento e disponibilità multi-piattaforma, infatti dopo l’acquisto avremo diritto SOLO ad usare la versione acquistata (senza alcun aggiornamento) e ad utilizzarlo in un solo sistema alla volta, che sia Windows o Mac (in base alla licenza acquistata).

E il cloud?

Entrambi i prodotti possono interfacciarsi con i servizi cloud di Microsoft, però dal prossimo anno ci saranno dei vincoli per i pacchetti Office “normali” i quali dovranno rientrare fra i primi 5 anni di supporto mainstream per potersi connettere ai servizi cloud.

Leggi  Come aggiungere GDrive e Dropbox in Microsoft Office

Questo tipo di limitazione non è e non sarà presente in Office 365.

In aggiunta il supporto da parte di Microsoft per i prodotti Office 2016 e 2019 (rilasciato a settembre 2018) terminerà per entrambi il 14 ottobre del 2025.

Il percorso intrapreso da Microsoft volge a far scomparire le licenza “una tantum” di Office, puntando a far rimanere e a rendere disponibili SOLO le licenze Office 365.

Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 282 times, 1 visits today)
Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *