Google Chrome 69 e la privacy: cattive novità per gli utenti

Google Chrome 69 e la privacy: cattive novità per gli utenti

Da qualche tempo Chrome ha compiuto 10 anni di attività e Google ha rilasciato, per questa scadenza, una versione rinnovata graficamente di Chrome introducendo il Material Design. 

Sembra però che non sia stata l’unica novità, c’è un altra che riguarda noi utenti da vicino.

Accedi con il tuo account ai servizi Google? Ecco cosa accade ora

Nelle precedenti versioni per accedere a Chrome e sincronizzare i propri contenuti con altri dispositivi si doveva procedere manualmente, scegliendo appositamente di utilizzare la funzione. 

Con la nuova versione 69 di Chrome il login avverrà automaticamente quando si userà un servizio Google come Gmail, Youtube ecc e l’utente non riceve alcuna notifica dell’accesso avvenuto. 

E’ sicuramente un comportamento poco trasparente: anche se la funzione può esser anche utile è doveroso che l’utente sia a conoscenza dell’uso di una funzionalità simile. 

Consigliamo per questa ragione di crittografare i dati creando una passphrase per impedire che vengano utilizzati. 

E’ possibile disabilitare l’accesso automatico? Certo!

C’è un metodo per impedire che il log-in automatico avvenga, bisogna accedere alla pagina 

chrome://flags/#account-consistency

impostare la voce Identity Consistency between browser and cookie Jar su DISABILITATO

In alternativa ci sono molti browser validi come Opera, Vivaldi, Brave e molti altri. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: