G-Data: ogni 10 secondi individuata una nuova app dannosa nel Play Store

Tempo di lettura: 2 minuti

G-Data, noto produttore di antivirus, pubblica un analisi inerente il primo trimestre per il Play Store: i risultati sono sorprendenti. 

Nei primi tre mesi di quest’anno infatti gli analisti G-Data hanno individuato oltre 846.916 malware nel Play Store, ovvero una media di 9.411 malware al giorno e una nuova app dannosa ogni 10 secondi. 

Fonte: G-Data

Cosa sta facendo Google

Google si sta sforzando molto per migliorare la sicurezza nei propri dispositivi, molto grazie al “Project Treble” che punta proprio a sensibilizzare fortemente i produttori nel mantenere i dispositivi Android aggiornati, infatti ora Google certificherà SOLO i dispositivi dotati di Android 8.

Ricordiamo che la certificazione permette al dispositivo di poter accedere ed usare ai servizi Google come ad esempio il Play Store e simili.

E i produttori?

Purtroppo però i produttori stanno trovando delle scappatoie, non implementando tutti gli aggiornamenti rilasciati dalla stessa Google, come evidenziato in questo nostro articolo:

Il tuo Android è aggiornato? Secondo alcuni ricercatori non del tutto

Certo, non tutti i produttori hanno delle colpe specifiche: in alcuni casi il motivo è il mancato rilascio di patch aggiornate da parte del produttore dei chip installati nel dispositivo, oppure altri problemi di natura tecnica impediscono l’implementazione di alcuni aggiornamenti in tempi brevi. 

Come indica G-Data diverse associazioni dei consumatori si stanno muovendo affinché i dispositivi in vendita nei centri commerciali, negozi ecc abbiano:

  • informazioni aggiuntive in merito lo stato del sistema in uso (versione di Android installata)
  • la possibilità futura di aggiornamenti cosi che il consumatore non acquisti un dispositivo senza alcuna possibilità di aggiornamento.  
Leggi  Individuata grave vulnerabilità in Skype che richiede una larga revisione del codice

Fonte: Android – primo trimestre 2018: una nuova app dannosa ogni 10 secondi!

Ulteriori approfondimenti: https://www.gdata.it/notizie/

 

Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 72 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti