Banche dell’Est Europa derubate di 40 milioni di dollari

Banche dell’Est Europa derubate di 40 milioni di dollari

Alcuni istituti finanziare di paesi ex sovietici dell’europa dell’est hanno subito un “attacco” molto sofisticato che ha permesso la sottrazione di ben 40 milioni di dollari. La scoperta e l’analisi è stata pubblicata dai laboratori Trustwave Spiderlabs che ha indicato il metodo con cui è stato eseguito l’attacco:

  1. apertura di conti correnti tramite dati fittizi e richiesta contestuale di carte di debito 
  2. manipolare il limite di massimo scoperto della carta 
  3. trasferimento all’estero di queste carte di debito 
  4. prelievo da parte di altri individui di grandi quantità di denaro dagli sportelli ATM (bancomat)

Usando questa tecnica i criminali sono riusciti ad impossessarsi dai 3 ai 10 milioni di dollari per istituto finanziario, per un totale di ben 40 milioni di dollari. 

Il secondo passaggio della tecnica è stato eseguito compromettendo alcuni computer chiave all’interno degli istituti bancari, probabilmente con email mirate contenenti phishing, il prelievo è avvenuto pochi minuti dopo la manipolazione del massimo scoperto, indicando che dietro a tutto ciò vi era un organizzazione e pianificazione al dettaglio. 

Approfondimenti e fonte: Post-Soviet Bank Heists: A Hybrid Cybercrime Study

Leggi  Bad Rabbit: scoperto metodo che impedisce la criptazione dei dati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: