Migliaia di portatili Mac aggiornati ma con versioni EFI vulnerabili

Migliaia di portatili Mac aggiornati ma con versioni EFI vulnerabili

Secondo uno studio eseguito su 73 mila sistemi Mac da alcuni ricercatori, c’è una grossa percentuale di portatili e computer Apple che sono stati aggiornati all’ultima versione/release del sistema operativo ma sono rimasti con una versione non aggiornata del sistema EFI. 

Lo studio è stato eseguito analizzando i dati di telemetria raccolti da oltre 70 mila Mac in tutto il mondo, ovviamente il focus è su Apple in quanto ha il pieno controllo del computer: infatti segue da vicino tutti gli aggiornamenti del sistema al contrario di Windows e Linux ove è l’utente responsabile di mantenere il sistema aggiornato. 

Dagli studi è stato rilevato che il 43% degli iMac da 21,5′ del 2015 sono vulnerabili a livello di firmware portando quindi la percentuale a livello mondiale a svariate migliaia di sistemi Apple.

Comunque il pericolo di esser vittima di un cyber-attacco che sfrutti un exploit dei firmware vulnerabili è veramente basso: questo perchè un attacco di questo tipo ha un alto livello di difficoltà, richiede un alta conoscenza di programmazione avanzate nel campo e per ultimo, ma non meno importante, richiede l’accesso fisico al dispositivo. 

Lo studio è stato eseguito dai laboratori Duo Security, la quale ha creato un app che controlla se nel proprio sistema Mac è in esecuzione una versione EFI aggiornata.

 

Approfondimenti: The Apple of your EFI

Leggi  Cybersecurity Trends 2019: Privacy e Intrusioni nel Villaggio Globale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *