Dal prossimo autunno Microsoft disabiliterà l’SMBv1

Internamente Microsoft ha già disabilitato da tempo l’SMBv1 ed è già da almeno 5 anni che ha pianificato la disabilitazione di questa funzione nei suoi sistemi, ora finalmente c’è una data: con il rilascio della prossima build definitiva chiamata Redstone 2 disabiliterà nelle nuove installazioni l’SMBv1.

La decisione era stata presa già nel 2014 e sarà effettiva da ottobre-novembre 2017, data del rilascio di questa nuova build. Questa decisione comunque non influirà sulle installazioni in essere ma su quelle nuove installazioni che si eseguiranno presumibilmente dal 1 dicembre in poi. La prima decisione che spinge in questa direzione è ovviamente la sicurezza, in particolar modo dopo l’attacco Wannacry (Ransomware “Wannacry”: tutti i dettagli e le contromisure ).
Microsoft consiglia e raccomanda l’uso dell’SMB v3.1.1 o al limite della versione 2.02. Non è detto che in futuro l’azienda di Redmond cambi idea e disabiliti l’SMB anche nelle installazioni degli utenti che aggiornano a Windows 10 da un sistema precedente e agli utenti del programma Windows Insider. 
Non volete aspettare? Seguite la nostra guida video per disabilitare l’SMBv1 nella MS Community

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *