Windows 10 Pro Insider Preview: Build 10532

Tempo di lettura: 2 minuti

Da pochi giorni, è stata rilasciata la nuova Build 10532, un aggiornamento di Windows 10 che apporta alcune modifiche grafiche nella gestione delle cartelle e importanti novità per quanto riguarda la compatibilità hardware.

Ora, quando si utilizza la funzione Apri di un programma, la ricerca dei file appare con questa grafica. È diventato più facile muoversi fra le unità disco, le cartelle e i file.

Una limitazione di Windows 10 finora era l’impossibilità di utilizzare (almeno in alcuni casi) due cavi HDMI differenti per gestire con uno il segnale video e con l’altro, il segnale audio pur con la stessa scheda video. Ora è possibile differenziare i due segnali.

 
Finora, sull’uscita audio denominata SONY AVAMP (cui è collegato un sintoamplificatore 7.1, HD3D), compariva ala dicitura secondo cui non era compatibile. La nuova Build ha risolto quest’incompatibilità. Inoltre, è finalmente possibile inviare il segnale multicanale (per esempio, 5.1 o 7.1), mentre prima non si poteva andare oltre alla stereofonia. Purtroppo, tramite uscita SPDIF ottica o coassiale di una scheda audio Sound Blaster X-Fi manca ancora la piena compatibilità (durante il mese di ottobre 2015 dovrebbe arrivare i driver ufficiali).
 
Un’altra novità è l’eliminazione delle faccine dai nuovi programmi Microsoft (Edge, Office 2016 e altri), ma non da Internet Explorer. Questo significa che se si desidera inviare un messaggio a Microsoft si deve cliccare sulla faccina sorridente (suggerimento) o triste (problema) di IE oppure tramite l’app Windows Feedback.
 
Per chi utilizza Microsoft Office 2016 (che, ricordiamo, è ancora in versione Beta), si potrebbe riscontrare un problema nel contatore del periodo di valutazione. È possibile che, dopo l’aggiornamento alla Build 10532, si debba procedere a riregistrare MS Office 2016. Al termine della registrazione, sarà indicata una data di termine del periodo di valutazione che potrebbe non coincidere con il periodo precedente l’aggiornamento. Inoltre, è possibile che, al primo avvio di un’applicazione di Office 2016, il periodo di valutazione sia stato ridotto a 29 giorni, mentre probabilmente avrete almeno 2-3 mesi a disposizione. Come risolvere? Inviando un commento tramite Windows Feedback e spiegando il problema. Nell’arco di forse un’ora, vedremo ritornare il periodo di valutazione corretto.
 
Infine, dopo l’aggiornamento, probabilmente il proprio programma antivirus dovrà essere reinstallato o aggiornato. Purtroppo, in alcuni casi, potrebbe non essere già stata rilasciata una versione compatibile con la nuova Build di Windows 10. In tal caso, si dovrà pazientare, e lasciare i servizi di protezione automatici imposti da Microsoft.
(Visited 59 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!