Confermato che Windows 11 non funzionerà su alcuni vecchi PC

Viene confermato che Windows 11 versione 24H2, non solo porterà un miglioramento con l’Automatic Super Resolution, ma comporterà anche un importante cambiamento. In breve, il sistema operativo interromperà il supporto per i vecchi PC, impedendo loro di avviarsi con questa versione.

Questo significa che i computer più datati potrebbero non essere in grado di eseguire questa nuova edizione di Windows. L’Automatic Super Resolution è una funzione che migliora la qualità visiva, ma è importante tenere conto delle specifiche del proprio dispositivo prima di aggiornare.

WindowsCentral conferma

WindowsCentral ha recentemente confermato che i computer con processori molto datati non potranno più supportare Windows 11. Questo impatterà specificamente i processori privi dell’istruzione POPCNT, che sono quelli più vecchi di 15 anni. Fino ad ora, questi processori sono stati in grado di eseguire il sistema operativo, ma con la prossima importante versione di Windows 11, sarà richiesta l’istruzione della CPU chiamata POPCNT.

L’istruzione POPCNT è diventata uno standard nei processori a metà degli anni duemila grazie all’architettura Barcelona di AMD, seguita dalla serie i di prima generazione di Intel. In sostanza, tutti coloro che possiedono un PC lanciato negli ultimi 15 anni non saranno interessati da questa novità.

Questa limitazione si basa sull’avanzamento tecnologico e l’evoluzione delle istruzioni della CPU. Le CPU più recenti sono dotate di questa istruzione, che diventerà essenziale per l’esecuzione della prossima versione di Windows 11. Quindi, se possiedi un computer più recente, non dovrai preoccuparti di questa restrizione.

È importante tenersi aggiornati sulle specifiche tecniche del proprio dispositivo, soprattutto se si sta considerando un aggiornamento del sistema operativo. Queste modifiche sono pensate per garantire un’esperienza utente ottimale e sfruttare al meglio le capacità hardware più recenti.

Spieghiamo meglio che cos’è l’istruzione POPCNT

La POPCNT, o “population count“, è un’istruzione speciale nei computer utilizzata per contare il numero di bit impostati in una sequenza binaria. In termini più semplici, conta quanti “1” sono presenti in una serie di cifre binarie. Questa istruzione è stata introdotta ufficialmente con le CPU basate sull’architettura “Barcelona” di AMD e sulla prima generazione di processori “Core i” di Intel.

. Ciò significa che alcune configurazioni, come ad esempio quelle con vecchi processori Intel Core 2 Duo, potrebbero non essere più in grado di eseguire il sistema operativo.

Tuttavia, coloro che utilizzano processori datati ma compatibili potranno godere delle nuove funzionalità del sistema operativo senza problemi. Il rilascio di Windows 11 24H2 è previsto per l’autunno e sarà basato su una nuova versione chiamata Germanium.

In sostanza, è una mossa di Microsoft per garantire che il sistema operativo funzioni in modo ottimale su hardware più recente, offrendo al contempo nuove e avanzate caratteristiche a coloro che possono aggiornare i loro dispositivi.

Importanti novità in arrivo

La prossima versione di Windows si annuncia entusiasmante, con un focus particolare sull’intelligenza artificiale. Questo significa che il sistema operativo includerà nuove funzionalità e esperienze basate sull’AI, rendendo l’interazione con il computer più intelligente e intuitiva.

Immaginate di poter sfruttare tecnologie avanzate che rendono il vostro dispositivo più adattabile alle vostre esigenze quotidiane. Non vediamo l’ora di scoprire ulteriori dettagli e condividerli con voi non appena saranno disponibili. Restate sintonizzati per un’esperienza Windows ancora più evoluta!

Articoli Correlati

BitLocker è veramente sicuro? Ecco 4 pro e contro

FIX DXGI_ERROR_DEVICE_REMOVED in Windows

FIX RESULT_CODE_KILLED_BAD_MESSAGE in Edge