Il Sassari Cosplay 2023 (Terza parte): il sabato

‘Quando sono entrata, mi ha colpito il fatto che non sentivo il tipico odore di maschio degli eventi Cosplay & Comics’. Così ha dichiarato Yuriko Tiger commentando il Sassari Cosplay. Poi ha specificato che non è un commento negativo, anzi, una lode per come l’Associazione Culturale Sassari Cosplay ha organizzato l’evento.

Sono arrivato alle 9,00 del mattino, accompagnato da tre giochi da tavolo, che ho messo a disposizione per l’Area Games. Uno dei titoli era My Gold Mine, titolo disponibile solo in francese e tedesco. Io possiedo l’edizione tedesca. Il gioco è ancora sconosciuto ai più in Italia, ma al Sassari Cosplay ha sfondato. Mi hanno detto che volevano tutti giocarlo. D’altronde le regole sono semplicissime. Ringrazio Angelo Minestrini (Lo Chef Ludico) per averlo portato nel suo canale YouTube. Visto che ti ho citato in questo articolo, che ne dici di venire il prossimo anno al Sassari Cosplay e portare la tua iniziativa GiochiAmo in Sardegna?

La playlist dei video presente su Angolo del Game

La playlist dei video su Symphonic Musical Soul

Il secondo giorno del Sassari Cosplay ho continuato a provare i Giochi da Tavolo presentati da Original Board Games. Il primo giorno ho provato Maledetti Templari Maledetti, e ho vinto al primo tentativo! L’ambientazione fantasy del gioco riguarda un re che afferma di voler ingrandire il suo esercito. In verità, vuole uccidere tutti perché diventino Non-Morti.

Il primo giorno indossavo una maglietta con su disegnato il Monopoly. Ero il supereroe Monopoly-Man, inventato per il Sassari Cosplay!

Il secondo giorno ho provato due dei quattro giochi che hanno presentato. Uno di questi era Cardspyrin, un gioco opposto a Pandemic. L’obiettivo è provocare un infarto agli sfidanti (per finta, naturalmente!). Non sono riuscito a provare Crumbs. Di sicuro, presto lo proverò, non appena mi sarà possibile reincontrare Giovanni, Daniele e Antonio.

I giochi citati sopra partecipavano al Contest dei Giochi da Tavolo. Ma c’era anche un gioco fuori concorso, Racing. Io sono quello con lo smartwatch rosso. Il gioco è nato per i bambini, ma è simpaticissimo. Sfrutta alcuni meccanismi del Gioco dell’Oca, ma ha la caratteristica che è possibile creare un percorso di sfida differente a ogni partita, modificando l’ordine delle carte. Chi taglia il traguardo non è detto che abbia vinto. Tutto dipende da com’è andata con i punti.

Fra i partecipanti al Contest, c’era anche Luca Sanfilippo con il suo Ynaros Fallin’, un gioco da tavolo che avevo già conosciuto grazie al Punto Ludico. Leggendo il nome del gioco, forse vi starete chiedendo: cosa significa la parola il nome? Sarà una parola sarda? “Ynaros” è una parola inventata per il gioco, e funziona! Su Facebook è presente una community che sta per superare i 1.000 membri.

A ottobre partirà la campagna su Kick Starter, che permetterà di distribuire il gioco a livello mondiale senza impedimenti. Del gioco esiste anche una prima espansione, che aggiunge la modalità in solitario.

Il primo VIP della giornata

Durante la mattinata, si è tenuto un incontro privato con il Content Creator Sabaku no Maiku (Michele Poggi). Nella sala conferenza erano presenti anche la sua compagna, la cosplayer Skarlet (Sonia) ed Emdy (Marcello Demuru). Purtroppo, nella sala conferenze non era possibile fare foto e filmati. Comunque, il contenuto è simile al video che Michele aveva pubblicato alcuni giorni prima del Sassari Cosplay. Al termine della conferenza, tutti i presenti potevano fare una fotografia con lui e ritirare un manifesto dell’evento firmato da lui. Ho chiesto di essere fotografato insieme anche a Emdy. Avevo suggerito che, visto che Sabaku era vestito di rosso, si mettesse al centro come un Hot Dog al ketchup, mentre io e Marcello, che siamo robusti saremmo stati all’esterno. Marcello mi ha risposto che avrei fatto io l’Hot Dog, loro, invece, il panino!

Come si nota, il secondo giorno (anche il terzo) indossavo una maglietta personalizzata, in cui pubblicizzavo sia il nostro sito che il mio canale YouTube musicale. L’immagine della felpa rappresentava il mio nuovo album musicale, uscito il primo giorno del Sassari Cosplay: Uni-versi veri. La canzone Universi veri celebrava i 10 anni del Sassari Cosplay. Da notare che io ed Emdy avevamo scarpe simili …

Con Sabaku ci siamo detti d’accordo sul pianificare in anticipo le attività da svolgere nella vita. Io ho programmato la creazione di video tematici per i prossimi quattro anni sul mio canale Symphonic Musical Soul. Lui è andato oltre: ha già programmato cosa farà nei prossimi 15 anni! Per approfondire, guardate il video linkato sopra.

In contemporanea con l’incontro con Sabaku, sul palco era presente David Chevalier, il famoso doppiatore, figlio di Roberto. Purtroppo, non ho potuto seguire la sua esibizione. Quando ci siamo incrociati gliel’ho detto e mi ha risposto: “Peccato”. Il giorno dopo, però, mi sono rifatto. Ma ve ne parlerò nel prossimo articolo.

Si mangia!

Dopo l’incontro con Sabaku, sono andato a pranzare. Il primo giorno avevo mangiato un Hot Dog al ketchup (non era al gusto di Sabaku!), un gelato e una porzione di patatine, acquistati da tre differenti stand. Il secondo giorno ho assaggiato la carne argentina, e me ne sono innamorato. Lo stand della Pagatonia è diventato il mio punto di riferimento, ed è stato apprezzato anche da molte altre persone. A pranzo mangiavo un piatto composto (carne, verdure, patatine, ecc.), a cena un cono con solo carne e pane. Che bontà!

Mentre stavo mangiando, al mio tavolo si è seduta la sorella della Gamer Tanuki Sioux, anche lei impegnata a fare foto per un giornale sardo. È stato un piacere conoscere Ramona e, poi, sua sorella, con cui avevamo pensato di proporre una sfida a Redez l’indomani. Avremmo voluto sfidarlo a Peggle. L’idea era di farlo giocare con il mio HP Spectre 360 e il pennino. Ma il tempo non ha permesso di farlo. Se avete un dispositivo di questa famiglia, sappiate che è possibile impostare il primo Peggle per giocare con il solo pennino.

Mentre mangiavamo, abbiamo assistito ad alcuni combattimenti organizzati da Mad2 Factory. Ecco un video che ho girato:

Osservate il combattente calvo. All’inizio avevo intitolato il video in modo diverso, pensando che si trattasse del Cosplayer Great Skull (Matteo Sanna) di Macomer (NU). Quando gli ho condiviso il video, mi ha chiesto: “Che anno era?”. Io ho gli ho risposto: “C’era scritto Secoli Bui, ma era il 2023, sabato 9 settembre “. Ma non era lui! Abbiamo ipotizzato che forse quel ragazzo avesse deciso di fare il cosplay del cosplayer, perché sembrava il gemello di Marco.

Durante i tre giorni, Matteo si è vestito da diversi personaggi, fra cui Mastro Lindo e Ace Ventura (nella versione Missione Africa). Infatti, gli ho chiesto se avesse fatto un “parcheggio perfietto”.

Si balla!

Il pomeriggio è stato caratterizzato dal Contest K-Pop, anticipato da una performance organizzata dalla Scuola di Danza Extemporanea di Sassari che, dall’anno scorso, ha integrato un corso di K-Pop. Il Contest, invece, era stato organizzato dalla Young Music Station. Nei prossimi giorni editerò il video completo.

Gli ospiti scappati

L’evento K-Pop e il successivo concerto, di cui parlerò tra poco, hanno coinciso con l’incontro con il regista Mauro Aragoni. Così non l’ho potuto incontrare. Con lui c’erano anche due attori, Maurizio Pulina e Antonio Luvinetti.

l concerti

Alla fine dell’evento K-Pop, il palco si è dovuto velocemente liberare per dare spazio al gruppo Io NON sono Cristina Tribute Band. Prima di loro, la Young Music Station avrebbe dovuto far danzare gli sfidanti in una sfida libera, che avrebbe dovuto includere la mia canzone Universi veri. Sarà per un’altra volta.

La band ha fatto ballare e cantare tutto il pubblico. Guardate i video che ho già pubblicato. Prossimamente editerò e pubblicherò il video completo. Durante il concerto, il pubblico ha improvvisato una nuova canzone, dedicata a un membro della band, Alessio Cerchi. La band voleva lasciarlo a Sassari (per liberarsene definitivamente).

Dopo di loro, sul palco è tornata Yuriko Tiger per fare il suo battesimo del fuoco: per la prima volta ha fatto un DJ set in pubblico, ed è stata bravissima. Ogni tanto lasciava la postazione, e ballava in mezzo al palco, nello stile giapponese. Il coinvolgimento era tale che alcuni ragazzi dello staff sono salite e hanno iniziato a ballare. Sarà simpatico riguardare l’intero concerto, una volta che sarà editato e pubblicato nel mio canale musicale.

Ero arrivato a Sassari intorno alle 9,00 del mattino. Sono tornato a casa alle 1,30 del giorno dopo, per ripresentarmi di nuovo alle 9,00.

Articoli Correlati

Gestire tutte le connessioni remote con PRemoteM

Come abilitare o ripristinare i piani di risparmio energetici nascosti in Windows?

5 Motivi per Usare DiskCryptor per la Crittografia del Disco