Abbiamo provato Internxt Drive per voi

Burt Fabelmans era un genio dell’elettronica. Inventò, infatti, un sistema per velocizzare sia la trasmissione che la lettura dei dati digitali (anzi, analogici). Negli anni ’50-’60 del secolo scorso, i computer erano enormi e usavano dei nastri magnetici. Come disse il suo amico Bennie Loewy, quei nastri erano come le bobine da 8 mm delle cineprese. Quando finivano, andavano sostituite con altre. Ma l’idea di Burt fu di far in modo che i computer ne usassero diverse in contemporanea.

Questa è, in breve, la trama secondaria di The Fabelmans, il recente film di Steven Spielberg, il suo film autobiografico.

Grazie a quell’idea, la IBM poté sviluppare computer più potenti e, soprattutto, dotati di floppy drive e Hard Disk (o Hard Drive, HDD).

Facciamo un salto di oltre 30 anni. A metà degli anni ’90, tutti i computer da ufficio e casalinghi erano dotati di almeno un Hard Disk. In quel periodo, i prezzi si aggiravano intorno al milione di Lire per Gigabyte. Verso la fine del decennio, i costi si erano dimezzati.

Proprio in quel periodo, in Italia arrivarono le prime proposte per “ampliare” lo spazio disponibile tramite servizi Cloud. Alcune aziende iniziarono a proporre costi abbastanza contenuti, in cui offrivano i primi 2-3 Gigabyte gratis.

Di lì a poco, il mercato del Cloud ha iniziato a espandersi, portando aziende del calibro di Dropbox, Google, Microsoft e altre alla vetta. Oggi è normale acquistare un dispositivo elettronico e ritrovarsi con un omaggio (di solito della durata di 6-12 mesi) che prevede anche 1 TB.

Fra le tante scelte, abbiamo scoperto Internxt Drive. Forse la pronuncia del nome, per noi italiani, non è molto semplice ma, come vedremo, il suo uso è molto semplice. E ci metterà a disposizione da 2 a 10 GB completamente gratuiti a vita.

Internxt Drive è un servizio di storage cloud che offre una soluzione sicura e privata per archiviare e condividere i file online. Fondato nel 2017, Internxt si impegna a fornire un’alternativa decentralizzata ai servizi di cloud storage tradizionali.

Al momento, la procedura iniziale e alcune voci di Internxt sono disponibili in inglese, ma la mancanza dell’italiano non sarà un problema.

Per prima cosa, visitiamo il sito https://internxt.com, compiliamo i campi E-mail e Password e clicchiamo su Get up to 10GB – Free!

Clicchiamo poi su Create account.

L’account è pronto! E abbiamo ricevuto anche 2GB iniziali, che resteranno a nostra disposizione a vita (o finché non cancelleremo l’account).

Comunque, controlliamo la nostra posta elettronica. Avremo ricevuto due e-mail, una di benvenuto e una per verificare l’account.

Analizziamo la semplice e pulita interfaccia di Internxt.

Sulla sinistra troviamo alcune funzioni molto utili

Drive. Qui troveremo tutti i file che abbiamo archiviato nel Cloud di Internxt. Potremo creare cartelle e sottocartelle in modo molto semplice, come se stessimo lavorando con Esplora risorse.

Photos. Ecco la nostra nuova galleria fotografica. Sarà utilissima per salvare le foto non solo del PC ma anche del nostro dispositivo mobile.

Backup. Ecco una funzione importantissima, che non tutti i servizi Cloud mettono automaticamente a disposizione. Per gestire il backup, ci servirà l’applicazione desktop.

Link Condivisi. Utilissima funzione per condividere facilmente singoli file o cartelle con altri. Con il tempo, in questa sezione si creerà una lista di tutto ciò che abbiamo condiviso. Tornerà utile per quei documenti che dobbiamo condividere spesso.

Recenti. Utile funzione che ci ricorda quali sono state le nostre ultime operazioni in Internxt.

Cestino. Dobbiamo eliminare dei file dal Cloud? Non saranno cancellati immediatamente, ma spostati nell’utilissimo Cestino. Se dovessi accorgerci che, durante la pulizia, abbiamo eliminato qualcosa che ci serviva, sarà ancora recuperabile.

Applicazione desktop. Cliccando qui, si scaricherà il software che permette di gestire Internxt. L’interfaccia è disponibile in francese, inglese e spagnolo. Speriamo che l’italiano arrivi presto.

Cliccando sull’ingranaggio (Preferences), ci si aprirà la tipica schermata dei client dei servizi Cloud.

La prima schermata permette di assegnare un nome al PC in cui abbiamo installato l’applicazione. Possiamo anche decidere di avviare in automatico il programma (Start Internxt Drive on system startup).

Language permette di cambiare la lingua. Controlliamo questo menu di tanto in tanto. Di sicuro arriverà presto la versione italiana.

Cliccando su Change folder potremo decidere dove salvare in locale i file.

La terza schermata, Backups, permette di salvare i dati salvati in specifiche cartelle del nostro sistema (non necessariamente i file salvati in locale). Il menu in basso, Upload frequency, permette di scegliere ogni quanto tempo aggiornare i dati del Backup.

Appena creato l’account, avremo sbloccato 2GB sui 10 promessi. Come arrivare a 10 GB?

Le voci a sinistra lo spiegano in modo molto semplice.

Installiamo l’app mobile nello smartphone o nel Tablet. Autentichiamoci e carichiamo un file. Otterremo il primo Giga aggiuntivo.

Condividiamo un file, e otterremo il secondo Giga. Esempio: https://share.internxt.com/d/sh/folder/3ad9c858a7327e908970/100281433c5315191a210b9c11d1513dda12a17f7e2b6eab1be4b63a21ecc0b8

Se abbiamo seguito la guida di questo articolo, forse abbiamo già installato l’app desktop. Ora carichiamo un file con l’app, e otterremo un altro Giga.

Invitando 5 amici a iscriversi a Internxt Drive, otterremo un Giga da ciascuno di loro (max 5GB). Si noti che al momento gli amici si possono invitare solo via e-mail. Comunque, nulla ci impedisce di condividere il link contenuto nell’e-mail.

E se 10GB non fossero sufficienti? Nulla ci impedisce di acquistare altro spazio!

Abbiamo a disposizione ben tre piani, i cui prezzi sono più che accessibili. Analizziamoli.

Il piano più economico ci offre 20GB al prezzo irrisorio di soli 0,89 € al mese, ovvero poco più di 10 € all’anno!

Ne vogliamo di più? Che ne dite di 200GB? Uno spazio dieci volte più grande ma … un prezzo quattro volte più grande. Solo 3,49 € al mese (quasi 42 € all’anno).

Se, invece, vogliamo esagerare, possiamo decidere di spendere 8,99 € al mese (quasi 110 € annui), per ottenere 2TB.

Attenzione: i prezzi indicati prevedono un pagamento mensile per un intero anno. Se si desiderasse un periodo inferiore, i prezzi aumentano, anche se con una minima differenza.

Ce n’è per tutte le tasche. Ma non finisce qui. Non ti piace l’idea di pagare ogni mese? Perché non fare un acquisto unico? Anche qui ci sono tre scelte, che potrebbero sorprendere ancora di più, visto che quello che è offerto.

Pagando un minimo di 299 €, avremo un disco virtuale per il resto della nostra vita. Notate attentamente i prezzi indicati.

2TB costano 300 €, ovvero 150 € per terabyte. Se, però, vogliamo 5 o 10 terabyte, pagheremo 100 € per terabyte (500 o 1.000).

Non dimentichiamo, inoltre, che è possibile ottenere uno sconto del 90% usando il codice SUMMER90 (valido per il piano annuale da 2TB).

I gestori di Internxt Drive assicurano che il servizio prevede una crittografia di livello militare e che è garantita la privacy degli utenti. Non c’è una limitazione al numero di dispositivi in cui possiamo configurare il nostro account. Neanche la larghezza di banda è limitata. Upload e download avverranno sempre alla massima velocità.

Aggiungiamo che una delle caratteristiche principali di Internxt Drive è la crittografia end-to-end, che garantisce la sicurezza dei dati. Questo significa che i file vengono crittografati sul dispositivo prima di essere caricati sui server di Internxt; solo il titolare dell’account ha la chiave per decifrarli. Ciò offre un alto livello di protezione per la privacy, dal momento che nemmeno Internxt ha accesso ai dati privati.

Visto che è disponibile l’autenticazione a due fattori (2FA), ne consigliamo caldamente l’attivazione.

Si può anche creare una password di recupero (Recovery Key), che salveremo in un file di testo ben protetto. Questo è l’unico file che non dovremo salvare in Internxt Drive ma da un’altra parte (online o offline).

Se non fossimo in grado di accedere al nostro account per qualsiasi ragione – abbiamo sbagliato/dimenticato la password, qualcuno ha violato il nostro account, ecc. – la Recovery Key ci permetterà di accedere di nuovo. Se fosse salvata all’interno dello stesso servizio di riferimento, diventerebbe inutile.

Le Recovery Key ultimamente sono molto utilizzate in ambito gaming, visto che all’interno dei client videoludici possiamo avere a disposizione decine e decine di videogiochi i cui costi sono molto elevati.

Internxt Drive utilizza un sistema di storage basato sulla tecnologia blockchain, noto come X Core. Questo sistema distribuisce i dati su più nodi di storage in tutto il mondo, rendendo più difficile l’accesso non autorizzato ai file. Inoltre, questa distribuzione ridondante garantisce che i dati siano sempre disponibili, anche in caso di guasti hardware o interruzioni del servizio.

Un altro aspetto positivo di Internxt Drive è l’attenzione alla sostenibilità. L’azienda utilizza esclusivamente energia rinnovabile per alimentare i propri server, contribuendo così a ridurre l’impatto ambientale del cloud computing.

Quando installeremo e inizieremo a usare la versione mobile di Internxt, riceveremo un Gigabyte aggiuntivo e gratuito. L’app è facile da usare e user-friendly. Al momento, però, è disponibile solo in inglese e in spagnolo.

Una delle funzioni interessanti è il backup automatico della galleria del dispositivo portatile.

Ci sono alcune limitazioni da considerare. Attualmente, Internxt Drive offre uno spazio di archiviazione limitato rispetto ad alcuni dei grandi provider di cloud storage. Se avessi bisogno di un’enorme quantità di spazio, potresti dover optare per un piano più costoso o cercare alternative. I 2GB base potrebbero essere pochi a confronto di altri servizi che partono da 10-15GB minimi. Inoltre, mancano servizi Office aggiuntivi come quelli offerti da Dropbox, Google e Microsoft.

Inoltre, a causa della natura decentralizzata del servizio, potrebbe verificarsi una leggera diminuzione delle velocità di caricamento e download rispetto ai servizi centralizzati più tradizionali.

Questo potrebbe non essere un problema per l’uso quotidiano di file di dimensioni normali, ma potrebbe diventare più evidente con file di grandi dimensioni o connessioni Internet lente. Ciò potrebbe sembrare una contraddizione rispetto a quanto abbiamo detto sopra, ovvero al fatto che Internxt prevede una larghezza di banda illimitata. In effetti, l’azienda garantisce la massima velocità disponibile in base allo status dei dispositivi di partenza e di arrivo.

In conclusione, Internxt Drive offre una soluzione sicura e privata per l’archiviazione e la condivisione dei file online. La crittografia end-to-end e la tecnologia blockchain garantiscono un alto livello di sicurezza e privacy, mentre l’interfaccia intuitiva e l’attenzione alla sostenibilità lo rendono un’opzione interessante. Se hai bisogno di molto spazio di archiviazione, i piani a pagamento sono molto convenienti.

Articoli Correlati

Come fare il reset ad Accesso Rapido in Windows

Come eseguire comandi powershell in computer remoti?