Per quanto tempo un dispositivo di archiviazione (SSD, Chiavetta USB) mantiene i dati se riposto in un cassetto?

Abbiamo parlato da poco dell’integrità dei dati in un disco SSD o un Hard Disk, ora vorremmo rispondere ad un’altra domanda molto interessante:

Per quanto tempo un dispositivo di archiviazione (SSD, Chiavetta USB) mantiene i dati se riposto in un cassetto? Quanto durano i dati una chiavetta USB? Quanto durano i dati in un SSD?

Quanto dovrebbero durare ufficialmente

Ufficialmente la durata dei dati in un disco SSD, chiavetta o Stick Memory è di 10 anni, ma ovviamente è indicativa. Molti fattori influiscono su questa durata come, ad esempio, la temperatura di operatività, le condizioni di lavoro, lo spazio disponibile nel tempo (ndr per gli SSD) e anche l’umidità del luogo ove lo riponiamo successivamente.

Come detto, la durata dipende anche dalle specifiche dell’unità: alcune infatti hanno dei limiti imposti all’origine come la quantità di scritture determinate in Terabyte ed altre specifiche. Ma ora ci interessa sapere la durata nel tempo quando non è utilizzata, come spesso accade per dischi esterni, chiavette e quant’altro.

Vediamo quali sarebbero le temperature ideali di “stoccaggio”.

Quali sono le temperature ideali di conservazione?

Conservarli ad una temperatura di 20° sarebbe ideale ma in realtà minore è la temperatura e maggiore sarà la durata nel tempo dei dati e dei dischi.

Interessante questa tabella elaborata da Engineer Ambitiously:

Temperatura di stoccaggioFattore di accelerazioneDurata massima di archiviazione alla fine della vita dell’unità
(°C)(°K)
853581682 giorni
803531014 giorni
75348606 giorni
703433510 giorni
653382018 giorni
6033311.532 giorni
553286.556 giorni
503233.5104 giorni
453181.9192 giorni
403131365 giorni
353080.521.9 anni
303030.263.8 anni
252980.137.8 anni
202930.06216 anni
152880.02934 anni
102930.01375 anni

Tecnicamente si potrebbe anche riporre in un ambiente refrigerato, facendo però attenzione all’umidità: in quel caso bisognerebbe proteggerlo adeguatamente.

Oltre a questo, alcune tipologie di memorie FLASH sono più adatte a questo tipo di conservazione, ad esempio le memorie SLC (Celle Singolo Livello) è maggiormente consigliata rispetto al tipo MLC (Celle Multi-Livello ovvero 2 bit/cella) TLC (Celle Tri-Livello ovvero 3 bit/cella) o QLC (Celle Quadri-Livello ovvero 4 bit/cella).

Fermo restando che una buona politica di backup dev’essere sempre chiara, salvare i propri dati in più dispositivi di archiviazione sia offline che cloud possono aiutarci a mantenere i dati più importanti al sicuro da danneggiamenti o rotture.

Offrici un Caffè

Offri un caffè all'autore di questo post

Articoli Correlati

FIX Barra start non risponde o non funziona più in Windows 10 e 11

Franco battiato – la voce del padrone», il docufilm dedicato al maestro

Molte Smart TV Samsung datate 2021-2022 si trasformano in console di punta