Microsoft Edge basato su Chromium rilasciato via Windows Update anche su Windows 7 e 8.1?

Tempo di lettura: 2 minuti

È ormai sono quasi 6 mesi che Microsoft ha terminato il supporto per Windows 7 e che ha smesso di fornire aggiornamenti tramite Windows Update (quelli di sicurezza arrivano ogni giorno. Proprio nello stesso giorno Microsoft ha anche lanciato il suo nuovo browser.

Come tutti sappiamo Microsoft Edge ha abbracciato al progetto open source Chromium con l’obiettivo di fornire una migliore compatibilità per tutti, meno frammentazione per gli sviluppatori web e una partnership con la comunità Chromium per migliorare il motore Chromium stesso.

Ed è la stessa Microsoft a comunicarci ufficialmente che il nuovo browser verrà rilasciato via Windows Update a Windows 7 SP1 o Service Pack 1 e Windows 8.1

Come spiegato in questo articolo ci sono però alcuni requisiti:

  • Per Windows 8,1 non ci sono prerequisiti per applicare questo aggiornamento.
  • Per Windows 7 SP1, è necessario che siano installati gli aggiornamenti seguenti prima di applicare questo aggiornamento. Se usi Windows Update, questi aggiornamenti verranno offerti automaticamente in base alle esigenze.

Quanta riguarda gli aggiornamenti che devono essere preinstallati su Windows 7 vi rimandiamo alla pagina di Microsoft sotto la voce Requisiti.

Una cosa da notare è che Microsoft tenta in tutti i modi, guarda immagine qui in alto, di fare aggiornare gli utenti di Windows 7 a Windows 10. Carino da parte di Microsoft, vero?

Insomma Microsoft ci prova. Vediamo cosa viene fuori. Fateci sapere nei commenti se a voi vi è già arrivato l’aggiornamento oppure no.

Latest posts by Francesco Gasparri (see all)
(Visited 27 times, 1 visits today)
Leggi  Chrome-Edge: Come analizzare il consumo di risorse

Francesco Gasparri

Sono Francesco Gasparri e sono stato appassionato fin da bambino di Computer e di sistemi Windows. Secondo me il cambiamento è costante. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!