Cos'è lo spazio riservato in Windows 10 e come disabilitarlo

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo spazio riservato è una nuova funzionalità introdotta con l’aggiornamento di maggio 2019. Vediamo a cosa serve e come disabilitarlo, in caso di necessità.

A cosa serve

Gli aggiornamenti rilasciati da Windows Update sono fondamentali per la sicurezza del sistema, spesso però possono presentarsi dei problemi in fase d’installazione di quest’ultimi, a causa di mancanza di spazio disponibile.

Lo spazio riservato si propone di riservare dello spazio su disco per permettere che Windows Update, ma anche in generale il sistema e le app, possano usare in modo esclusivo quello spazio per file temporanei o per operazioni di manutenzione.

Questa opzione non viene attivata in un sistema aggiornato alla versione 1903 ma solo dopo un installazione pulita eseguita con la 1903.

Per verifica se è abilitata aprire le Impostazioni > Sistema > Archiviazione, cliccare su Mostra altre categorie ed individuare la voce File di sistema e spazio riservato.

Spazio riservato abilitato
Spazio riservato abilitato

Cliccando sulla voce vedremo quanto spazio è attualmente assegnato, ovviamente sempre se risulta abilitata.

Come disabilitare la funzione

Microsoft, ovviamente, NON consiglia di disabilitare questa funzione, visto che è pensata per preservare l’integrità e la sicurezza del sistema.

Prima di disabilitarla è possibile agire in questi modi:

  • rimuovere le funzionalità opzionali che non utilizziamo
  • rimuovere gli eventuali language pack aggiuntivi installati

Tra l’altro lo spazio riservato viene diminuito e ripulito in automatico dal sistema.

Se vogliamo disabilitarlo procedere come segue:

  • Premere WIN + R e digita “regedit”
  • cercare il seguente percorso
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\ReserveManager
  • individuare il valore “ShippedWithReserves”
  • impostare il valore da 1 a 0
  • chiudere e riavviare il sistema

Avviso L’errata modifica del Registro di sistema tramite l’editor o un altro metodo può causare seri problemi, che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non è in grado di garantire la soluzione di problemi derivanti dall’errato utilizzo dell’editor del Registro di sistema. La modifica del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell’utente. Prima di procedere a modifiche del registro si consiglia di effettuare un salvataggio delle chiavi interessate, come indicato in:Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows

Leggi  Distruggiamo i virus con Ultra Virus Killer
Elvis
Seguimi
(Visited 103 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!