Dopo Thanos, arriva Scranos … nella vita reale!

Dopo Thanos, arriva Scranos … nella vita reale!

Il mondo freme per andare al cinema e vedere che cosa succederà a Thanos. Intanto, i Bitdefender Lab hanno scoperto uno spyware rootkit il cui nome gli fa rima: Scranos.

Questo spyware rootkit colpisce un gran numero di App, con l’obiettivo di violare la privacy e il portafoglio degli utenti.

Percentuale di distribuzione delle infezioni
Percentuale di distribuzione delle infezioni

Il sistema operativo più colpito è Windows 10, ma anche Android non scherza. Nei sistemi operativi Microsoft più datati, comunque, la diffusione è quasi nulla.

Il rootkit cerca la presenza di App specifiche (Steam, Facebook, Amazon e Airbnb) senza trascurare i Browser più utilizzati (Google Chrome, Chromium e Mozilla Firefox). Sono colpiti anche software anti-malware e antivirus.

Quindi estrae in particolare le credenziali di accesso e le informazioni per i pagamenti. Nel caso di Steam un utente perderebbe la propria libreria videoludica.

Scranos inoltre cerca di emulare la vita virtuale dell’utente, creando post e inviti nei social network, con messaggi che potrebbero includere link pericolosi.

Mappa dei paesi più colpiti
Mappa dei paesi più colpiti

L’Italia è uno dei paesi più colpiti.

Basta pensare alla presenza su YouTube di un numero elevato di canali dedicati al mondo videoludico o al gran numero di utenti del sito Airbnb, che prenotano i propri viaggi in modo molto semplice.

Senza dimenticare che Amazon la fa da padrone nel commercio online italiano, grazie alla nuova partnership con Poste Italiane, che permette di fare consegne nell’arco di 24 ore ovunque (isole comprese).

Essendo di difficile riconoscimento, Scranos è uno strumento in continua evoluzione davvero pericoloso. Un utente già colpito potrebbe inconsapevolmente fare da beta tester per i suoi sviluppatori.

Leggi  ESET presenta la nuova linea di soluzioni di sicurezza per gli utenti privati

Come stare al sicuro

Consigliamo, quindi, di controllare i vostri account, magari cambiando la password oppure utilizzando un programma come RoboForm per gestire i vostri ID e password.

Fra l’altro, Scranos è forse il primo spyware rootkit capace di colpire anche quegli strumenti connessi ma limitati nell’uso: lettori e-book, riproduttori audio/video, ecc. Le Smart TV sono già state colpite da software simili.

Sul sito di Bitdefender troviamo le istruzioni per rimuovere Scranos dai nostri dispositivi nel caso ci accorgessimo di esserne stati colpiti. Qui, invece, troviamo informazioni ufficiali e aggiornate su questo nuovo spyware rootkit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: