Microsoft Edge basato su Chromium: come si sta evolvendo (aggiornato)

Tempo di lettura: < 1 minuto

Microsoft ha annunciato qualche mese orsono lo sviluppo di Microsoft Edge basandosi sull’engine Chromium, che sta alla base di Google Chrome. Attualmente esiste un programma Insider chiamato Edge Insiders che è partito all’interno di Microsoft.

Vediamo che dati per ora sono stati riportati.

Consumo di memoria ridotto e migliorato

Il principale timore relativo l’engine Chromium è il consumo di memoria RAM: chi usa quotidianamente Chrome sa il consumo eccessivo di risorse di cui soffre, cosa che si può pensare possa avere anche Edge.

Allo stato attuale, come riportato anche da Windows Central, sappiamo che il consumo di memoria è ridotto rispetto sia alla precedente versione di Edge sia rispetto a Chrome.

Infatti il nuovo Edge è il primo, mentre la vecchia versione è la seconda. In entrambi i casi erano aperte tre TAB degli stessi siti web e senza estensioni installate.

Modalità Lettura migliorata e dual engine

Microsoft Edge vede una modalità lettura migliorata rispetto alla precedente versione, inoltre come riportato da WalkingCat il nuovo browser potrebbe avere due motori engine, utili in ambiente Enteprise per la compatibilità con risorse compatibili con Internet Explorer.

Attualmente l’attuale versione di Edge per abilitare MSHTML abbisogna di Internet Explorer, mentre nella nuova versione non ve ne sarà più il bisogno.

Leggi  Mixer audio rinnovato per la prossima versione di Windows 10

E’ noto, ormai da tempo, che la nuova versione supporterà le medesime estensioni di Google Chrome.

Aggiornamenti Lumia in aggiunta riporta l’esistenza di tre canali attivi nel programma Edge Insiders, rispettivamente Canary Channel, Dev Channel e Beta Channel.

Vedremo come si evolverà lo sviluppo di Edge, aspettando che le versioni di anteprima vengano rese pubbliche.

Aggiornamento 25/03/2019: E’ possibile scaricare la versione beta da qui.

Elvis
Seguimi
(Visited 33 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!